lunedì 25 gennaio 2021, Aggiornato alle 21:00
Home > IN BREVE > Nuoro. “Fermenti in Comune”: fino a 120 mila euro per promuovere progetti rivolti ai giovani

Nuoro. “Fermenti in Comune”: fino a 120 mila euro per promuovere progetti rivolti ai giovani

 

Il Comune di Nuoro ha pubblicato una manifestazione di interesse per selezionare un progetto per la partecipazione in partenariato al bando Anci “Fermenti in Comune”, in attuazione dell’accordo tra l’associazione e il dipartimento per le Politiche giovanili della presidenza del Consiglio dei ministri, stipulato con l’obiettivo di attivare interventi che promuovano azioni locali rivolte ai giovani. I soggetti che possono presentare la proposta progettuale sono associazioni, in particolare quelle giovanili, enti privati, altri enti pubblici, associazioni temporanee di scopo (Ats) costituite tra soggetti che, sulla base della normativa vigente, sono qualificati enti del Terzo settore.

 

Con la manifestazione di interesse il Comune intende acquisire delle proposte progettuali volte a stimolare il protagonismo giovanile nella dinamica di rilancio del territorio e, attraverso il coinvolgimento diretto nella progettazione e realizzazione di azioni territoriali della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni, costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone, anche alla luce della pandemia da Covid-19 in corso.

La proposta progettuale selezionata parteciperà al bando in partenariato con il Comune e se dovesse accedere alle risorse stanziate, sarà finanziata fino a un importo massimo di 120 mila euro.

 

Secondo quanto previsto dal bando, le azioni contenute nel progetto devono essere concentrate su 5 sfide sociali: uguaglianza per tutti i generi; inclusione e partecipazione; formazione e cultura; spazi, ambiente e territorio; autonomia, welfare, benessere e salute.

 

  1. Uguaglianza per tutti i generi:

In questa linea possono essere previste azioni volte all’eliminazione delle discriminazioni, della violenza e delle pratiche dannose e che hanno come focus il riconoscimento di pari diritti per tutti. Le azioni progettuali poste in essere, realizzate attraverso attività, servizi e soluzioni concrete, hanno l’obiettivo di conseguire – fra gli altri – specifici risultati: parità di genere per tutti e tutela dei diritti di tutti; pari indipendenza economica e condizioni retributive egualitarie; pari opportunità di impiego e di carriera nelle aziende, nelle Università, nei centri di ricerca e nelle istituzioni; pari opportunità nell’autoimpiego e nell’autoimprenditorialità; parità nei processi decisionali; integrazione e partecipazione attiva alla vita culturale, sociale e politica; miglioramento nel conciliare i tempi di vita e lavoro; contrasto alla violenza di genere e ad ogni tipo di discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere tutelando ai massimi livelli la dignità e l’integrità dell’essere umano.

 

  1. Inclusione e partecipazione:

In questa linea possono essere previste azioni volte alla realizzazione della piena inclusione e partecipazione dei giovani nel tessuto sociale, economico e culturale del paese in tutti i livelli territoriali. Inclusione e partecipazione dei NEET, di tutti coloro che vivono la condizione di emarginati e che si confrontano con ostacoli economici, sociali, geografici, educativi o di salute. Le azioni progettuali poste in essere, realizzate attraverso attività, prodotti e servizi, hanno l’obiettivo di conseguire – fra gli altri – specifici risultati: partecipazione dei giovani ai processi democratici locali, nazionali e europei; coinvolgimento attivo dei giovani considerati “fragili”, rafforzamento dei canali di informazione diretti ai giovani relativamente a spazi, a opportunità e risorse ad essi destinate al fine di favorire dialogo e coesione sociale contrastando discriminazione e segregazione; facilitare l’accesso alle informazioni comprensibili, adeguate, prodotte e distribuite con criteri etici e di qualità per tutti.

 

  1. Formazione e cultura:

In questa linea possono essere previste azioni volte alla realizzazione di sviluppo e crescita delle competenze dei giovani e che investono l’intero perimetro della vita collettiva ivi compresa la partecipazione civile attiva. Le azioni progettuali poste in essere, realizzate attraverso attività, prodotti e servizi, hanno l’obiettivo di conseguire – fra gli altri – specifici risultati: creazione di opportunità di apprendimento non formale al fine di provvedere al rafforzamento di competenze personali e sociali; sviluppo del pensiero critico, autonomo e analitico; capacità di risoluzione dei problemi; creazione per i giovani di percorsi di educazione alla cittadinanza e alla legalità da realizzarsi in forte connessione con le realtà territoriali.

 

  1. Spazi, ambiente e territorio:

In questa linea possono essere previste azioni volte alla tutela dell’ambiente in tutte le sue sfaccettature ivi compreso un maggiore diffusione della cultura di tutela e valorizzazione del territorio. Le azioni progettuali poste in essere, realizzate attraverso attività, prodotti e servizi, hanno l’obiettivo di conseguire – fra gli altri – specifici risultati: creazioni di luoghi fisici sicuri e aperti per la collaborazione, la socialità e l’aggregazione anche dei giovani; soluzioni abitative collaborative e comunitarie rivolte ai giovani con ridotta autonomia e capacità economica; promozione, in particolare fra i giovani, della cultura della responsabilità ambientale e dello sviluppo sostenibile; difesa del patrimonio ambientale e paesaggistico.

 

  1. Autonomia, welfare, benessere e salute:

In questa linea possono essere previste azioni volte alla realizzazione di migliori condizioni di vita che abbiano come focus l’autonomia economica e sostanziale per i giovani, investendo gli ambiti di benessere e salute. Le azioni progettuali poste in essere, realizzate attraverso attività, prodotti e servizi, hanno l’obiettivo di conseguire – fra gli altri – specifici risultati: soluzioni, anche di economia condivisa, che favoriscano il conseguimento da parte dei giovani di maggiore autonomia economica e sostanziale; soluzioni, anche di economia condivisa, per una più economica ed efficiente mobilità urbana ed extraurbana, in particolare dei giovani; soluzioni per la promozione fra i giovani di stili di vita sani e sicuri; soluzioni per un approccio inclusivo e intersettoriale dei problemi di salute mentale, in particolare per i giovani in condizioni di emarginazione.

 

 

A pena di irricevibilità, la proposta progettuale dovrà essere inviata esclusivamente all’indirizzo pec servizi.sociali@pec.comune.nuoro.it entro le ore 9 del 21.01.2021.

L’avviso integrale del bando, modalità di presentazione della domanda e la relativa modulistica sono disponibili sul sito web del Comune.

Fino alle ore 14 del giorno 18 Gennaio 2021 sarà possibile inviare eventuali richieste di chiarimento sulle modalità di partecipazione scrivendo all’indirizzo e-mail: antonella.murgia@comune.nuoro.it

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI