lunedì 25 gennaio 2021, Aggiornato alle 8:44
Home > APPROFONDIMENTI > Oggi l’estremo saluto alle vittime dell’alluvione: un lumino di speranza acceso in tutte le case di Bitti

Oggi l’estremo saluto alle vittime dell’alluvione: un lumino di speranza acceso in tutte le case di Bitti

 

Un lumino in tutte le case di Bitti per condividere il dolore con le famiglie delle tre vittime, ma anche per farsi forza e lanciare un messaggio di speranza dopo l’alluvione del 28 novembre che ha sepolto il paese sotto il fango e lasciato macerie ovunque. Questo l’obiettivo dell’iniziativa lanciata dal periodico Il Miracolo diretto da Marilena Orunesu per le tre giornate di lutto cittadino proclamate dal sindaco Giuseppe Ciccolini fino al 3 dicembre.

Quella di oggi è stata un’altra giornata pesante per Bitti, che ha dato l’ultimo saluto alle tre vittime. Gli uomini della Protezione civile, i vigili del fuoco il personale dell’agenzia Forestas, l’Esercito e i volontari accorsi da ogni parte dell’isola continuano a spalare fango per liberare le strade dai detriti alti fino a 4 metri. Dalla sala del COC stamattina sono partiti i soccorsi alla popolazione con la distribuzione delle donazioni che arrivano numerose: in ogni abitazione è stato lasciato il pane, dopo la chiusura dei panifici locali che l’alluvione ha reso inservibili, ma anche altri beni di prima necessità difficili da reperire nei supermercati fuori uso per gli allagamenti. E ci sono stati ancora disservizi sul fronte dell’erogazione idrica, per i quali lavorano senza sosta i tecnici di Abbanoa.

Bitti cerca di rialzarsi, ma ci vorranno giorni prima che si liberino le strade e le case dal fango consentendo alle tante famiglie sfollate di rientrare nelle loro abitazioni.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI