martedì 20 ottobre 2020, Aggiornato alle 11:38
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Cavalcavia di Pratosardo inagibile da oltre 40 giorni: Confindustria chiede l’intervento del Prefetto

Cavalcavia di Pratosardo inagibile da oltre 40 giorni: Confindustria chiede l’intervento del Prefetto

Giovanni Bitti presidente Confindustria Sardegna Centrale
Giovanni Bitti presidente Confindustria Sardegna Centrale

A oggi nonostante gli impegni presi dall’Anas nella lettera dello scorso 4 settembre, i lavori di manutenzione al cavalcavia di Pratosardo non sono iniziati, così come non c’è stato alcun intervento di miglioramento della segnaletica in ingresso e in uscita dal sito produttivo sia verso Nuoro sia verso la SS 131. Per questo il presidente di Confindustria Sardegna Centrale Giovanni Bitti ha chiesto l’intervento del Prefetto di Nuoro affinché solleciti l’Anas a rispettare gli impegni presi. «Il livello di preoccupazione ed esasperazione degli operatori del sito produttivo è crescente – scrive il presidente Bitti nella lettera inviata ieri mattina al nuovo prefetto Luca Rotondi –. Ciò anche per la cronica mancanza di risposte alle diverse criticità che vanno via via aumentando. Ci sono gravi problemi, e oggi la priorità delle priorità è il ripristino della viabilità sul ponte danneggiato».

«È assolutamente necessario avviare immediatamente il cantiere sul cavalcavia anche perché a quanto ci risulta tali lavori di manutenzione straordinaria rientrano all’interno di un accordo quadro e c’è già l’impresa pronta a intervenire. L’auspicio è che non si perda altro tempo e che ci sia il massimo impegno affinché i lavori di ripristino possano concludersi ben prima del termine indicato dei 50 giorni, che ci paiono un’enormità data l’entità dell’intervento».

«Serve il massimo sforzo da parte dei soggetti competenti per andare incontro alle legittime esigenze degli operatori dell’area industriale, di coloro che vi lavorano e dei semplici cittadini che, per evitare lunghi tragitti peraltro in strade male indicate, in molti casi rinunciano a recarsi a Pratosardo, dove operano attività produttive e hanno sede importanti attività commerciali e servizi ai cittadini».

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI