domenica 24 gennaio 2021, Aggiornato alle 15:33
Home > IN PRIMO PIANO > Approvata la riforma sanitaria. La Maggioranza esulta: “più vicini ai cittadini

Approvata la riforma sanitaria. La Maggioranza esulta: “più vicini ai cittadini

Il presidente Solinas e l'assessore Nieddu dopo l'approvazione della riforma sanitaria
Il presidente Solinas e l'assessore Nieddu dopo l'approvazione della riforma sanitaria
Il Consiglio regionale ha appena approvato la riforma del sistema sanitario regionale.
La Maggioranza ha sciolto il nodo dello scorporo degli ospedali Microcitemico e Oncologico dal Brotzu di Cagliari. Il presidio intitolato ad Antonio Cao è trasferito all’Azienda socio sanitaria di Cagliari numero 8. Quanto al Businco, potrà essere trasferito all’Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari per garantire i requisiti essenziali per il mantenimento della facoltà di medicina presso l’Università e delle relative scuole di specializzazione.
È tutto nero su bianco nell’emendamento di sintesi all’articolo 17 che porta la firma di tutti i capigruppo della maggioranza. Il 17 e il 41 sono gli ultimi due articoli che separano la riforma della sanità che ripristina le vecchie otto Asl, e che il Consiglio regionale sta esaminando oggi.
La modifica prevede novità anche per l’ospedale Marino di Alghero che viene trasferito all’Azienda ospedaliera di Sassari per migliorare le attività integrate nel campo dell’Ortopedia, della Traumatologia e della Riabilitazione, favorendo anche l’attivazione di un polo di sviluppo di rilievo regionale per le tecnologie chirurgiche ortopediche nel campo della robotica. In questo caso i termini e le modalità del passaggio saranno disciplinate da un protocollo d’intesa che sarà sottoscritto dal presidente della Regione e dal rettore dell’Università di Sassari.
«Oggi è una giornata storica: dobbiamo essere orgogliosi dei risultati raggiunti dal Consiglio che ha deliberato il testo per la riforma della Sanità sarda» commentano Christian Solinas e l’assessore alla Sanità Mario Nieddu.
© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI