mercoledì 5 agosto 2020, Aggiornato alle 15:35
Home > CRONACA REGIONALE > Confartigianato Sardegna. Appello alla Regione per la Banda Ultra Larga: “infrastruttura irrinunciabile”

Confartigianato Sardegna. Appello alla Regione per la Banda Ultra Larga: “infrastruttura irrinunciabile”

 

È stata inoltrata ieri agli Assessori Regionali agli Affari Generali e ai Lavori Pubblici, Valeria Satta e Roberto Frongia, una lettera di Confartigianato Imprese Sardegna sul completamento della BUL in Sardegna, firmata dal Presidente Antonio Matzutzi e dal Segretario Daniele Serra.

«La Banda Larga – si afferma nella lettera – è un’opportunità di crescita economica, sociale e culturale per i sardi e per le imprese. Dalla continuazione dei lavori, e soprattutto dal suo completamento, passerà lo sviluppo dei prossimi decenni della Sardegna. Per questo, siamo certi che la Regione, tramite gli Assessorati agli Affari Generali e ai Lavori Pubblici, eserciterà le dovute pressioni al Governo Nazionale affinché l’opera possa al più presto interconnettere l’intera Isola. Noi supporteremo fortemente questa azione; nonostante gli sforzi della Giunta per il potenziamento dell’opera, c’è ancora tanto da fare per abbattere il digital divide nell’intero territorio sardo – hanno commentato Matzutzi e Serra – e questi mesi di lockdown appena trascorsi, hanno evidenziato, ancora di più, la necessità del completamento dei lavori. Infatti – hanno spiegato Presidente e Segretario – le abitazioni e le attività imprenditoriali rimaste aperte sono diventate luogo di lavoro, classe di apprendimento, laboratorio di sperimentazione, cinema, palestra e luogo di socializzazione».

Confartigianato Sardegna ha ricordato inoltre di come i vincoli di separazione fisica dovuti al Covid, abbiano imposto un urgente adeguamento della dotazione tecnologica e dell’accesso alle migliori e più efficienti forme di collegamento digitale in tutte le aree dell’Isola, in particolare quelle periferiche.

Si tratta di garantire pari condizioni di servizio alle popolazioni isolane e alle imprese, specie nelle loro fasce più deboli e nelle zone di sviluppo imprenditoriale ancora insufficientemente digitalizzate.

Il Piano Banda Ultra Larga, avviato a livello nazionale nel 2017, prometteva connettività ultra veloce entro il 2020 ma se i lavori finissero entro il 2022 sarebbe già un grande risultato, trattandosi di un progetto complesso.

«Come ben sappiamo la Regione Sarda, già con la passata Giunta, ha investito notevoli risorse per la completa copertura del territorio tramite la BUL – hanno sottolineato Matzutzi e Serra – ma l’operazione, cominciata qualche anno fa con l’apertura del primo cantiere, non è terminata, e nel tempo sono emersi nuovi e urgenti bisogni da soddisfare con azioni altrettanto urgenti. Azioni che, vista l’attuale emergenza, potrebbero più facilmente superare vincoli burocratici ed amministrativi fino ad oggi ritenuti insormontabili. Questo potrebbe avvenire anche attraverso il Decreto Semplificazioni appena varato dal Governo Nazionale».

Lascia un commento

error: Content is protected !!