sabato 15 agosto 2020, Aggiornato alle 8:16
Home > CRONACA REGIONALE > Operatori sanitari contestano Nieddu: “ambulatori bloccati, niente tamponi al personale sanitario”

Operatori sanitari contestano Nieddu: “ambulatori bloccati, niente tamponi al personale sanitario”

Mario Nieddu

Blitz manifestanti USB durante conferenza stampa assessore

Come mai, ad oggi, non sono stati dati indirizzi per aprire completamente gli ambulatori sanitari? Lo chiede il sindacato USB, che oggi ha organizzato un sit-in davanti all’assessorato della Sanità in via Roma a Cagliari, e subito dopo ha fatto incursione nella vicina “Sala Anfiteatro” dove l’assessore Mario Nieddu teneva una conferenza stampa su un progetto di telemedicina.

«Siamo operatori della sanità, garantiamo tutele e salute ai cittadini. Non possiamo essere chiamati eroi mentre serviamo se poi dopo veniamo abbandonati – denuncia il portavoce Gianfranco Angioni, accompagnato nel blitz da una ventina di manifestanti. Non siamo bestie siamo professionisti con un cervello e una sensibilità».

“Vogliamo dare risposte ai pazienti, ma questo ancora non si può fare: l’attività è bloccata, c’è scritto nei portali delle aziende ospedaliere”, attaccano intonando in coro “basta soldi al Mater Olbia“.

«Basta soldi – spiega Angioni riferendosi ai fondi destinati alla sanità privata – perché abbiamo ospedali pubblici fatiscenti che stanno crollando come il Marino o l’Oncologico, con problemi su interi servizi e nelle sale operatorie”.

Quindi la richiesta a Nieddu di avere risposte sul monitoraggio dei tamponi e dei test sierologici: «Come mai – chiede polemicamente l’Usb – a oggi gli operatori che sono i primi garanti della salute non hanno fatto tutti il tampone?»

Lascia un commento

error: