sabato 8 agosto 2020, Aggiornato alle 16:27
Home > CORONAVIRUS > Fase 2. Il virologo: “per le messe in chiesa avrei aspettato”

Fase 2. Il virologo: “per le messe in chiesa avrei aspettato”

La chiesetta del monte Ortobene
La chiesetta del monte Ortobene

 

Le messe aumentano il rischio di assembramenti, per questo sarebbe stato opportuno aspettare ancora un po’ prima di farle ripartire. A dirlo è il virologo Fabrizio Pregliasco, in collegamento a Radio Capital, che propone ai parroci di organizzare più riti e prenotazioni online.

«La riapertura delle chiese è molto desiderata – sottolinea – Dal punto di vista del rischio di avere assembramenti, però, questo li aumenta. Spero e credo che venga attuato nel miglior modo possibile, è una questione di responsabilità e di autoconvincimento che non è ancora finita, che non siamo fuori dal rischio. Io avrei aspettato ancora un po’».

Il rischio è «più elevato per gli anziani – nota -, quindi è necessario che ci siano misure stringenti, e qui servirà un impegno da parte dei parroci».

Pregliasco propone di «moltiplicare le occasioni di incontro, dare maggiori occasioni di essere presenti al rito per garantire il massimo distanziamento. Magari si potrebbero prevedere prenotazioni online, come stiamo immaginando per le attività sanitarie e altri ambiti – conclude – Bisogna migliorare l’efficienza e la sicurezza di questi momenti di raccoglimento».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error: Content is protected !!