giovedì 26 novembre 2020, Aggiornato alle 21:16
Home > CRONACA > Coronavirus. Su oltre 5mila controlli effettuai in pochi giorni dalla Polizia locale solo 4 le sanzioni

Coronavirus. Su oltre 5mila controlli effettuai in pochi giorni dalla Polizia locale solo 4 le sanzioni

Un posto di blocco della Polizia locale a Nuoro (foto S.Novellu)
Un posto di blocco della Polizia locale a Nuoro (foto S.Novellu)

Sono 5890 (una media di quasi 300 al giorno) i controlli  eseguiti negli ultimi giorni in città dalla Polizia Locale e vanno ad  aggiungersi a quelli compiuti dalle altre Forze dell’ordine. Di questi, 5181 sono relativi a passanti e automobilisti e 709 a esercizi commerciali.

Le sanzioni comminate sono state 4, tre ai danni di persone fermate in zone della città lontane dalle proprie abitazioni senza che avessero un valido motivo, una a un cittadino uscito di casa più volte in poche ore per compiere piccole spese.

Secondo le statistiche, su un campione di circa 400 autocertificazioni, il 32,8 per cento delle persone controllate giustifica l’uscita di casa con la necessità di fare la spesa, il 30,8 per esigenze lavorative, il 14,5 per recarsi alle poste, in banca, in agenzie di assicurazione o in altri uffici per sbrigare pratiche. L’11,8 per cento dei fermati dice invece di avere l’urgenza di acquistare farmaci, di aver bisogno di camminare a causa di specifiche condizioni di salute o di dover portare l’animale domestico dal veterinario. Più bassa la percentuale delle persone che si spostano per assistenza ad anziani (3,9 per cento) mentre è del 3,1 quella di chi esce per effettuare acquisti diversi da generi alimentari (articoli di ottica, bombole di gas, pellet, etc.) e del 3,1 è anche il tasso di chi si reca a curare l’orto o ad accudire animali.

Ogni giorno l’80 per cento del corpo di Polizia locale è impegnato nei controlli legati all’emergenza: 5 pattuglie la mattina e 3 tra il pomeriggio e la sera. Il resto del personale si occupa di compiti relativi all’ordine pubblico e pratiche amministrative, chi in smart working, chi nella sede del comando per rispondere alle richieste che arrivano dai cittadini.

Dai dati si evince che in generale i nuoresi stanno rispettando le direttive nazionali, regionali e comunali. La raccomandazione dell’amministrazione è sempre quella di non uscire se non per stretta necessità. Anche quando lo spostamento è consentito dalle direttive, è opportuno verificare se sia possibile soddisfare le proprie esigenze senza muoversi da casa. A titolo d’esempio, se non fosse fondamentale la presenza fisica in banca per effettuare un’operazione, sarebbe opportuno fare ricorso ai servizi via internet. E lo stesso vale per i servizi postali, assicurativi, previdenziali.

«Non vanifichiamo quanto di buono abbiamo fatto finora e gli sforzi di chi è impegnato in prima linea», è il messaggio del sindaco Andrea Soddu. «Se in città abbiamo un numero contenuto di positivi al Covid-19 – continua il sindaco – è certo grazie alla dedizione del personale sanitario, alle misure adottate dall’amministrazione e all’impegno di forze dell’ordine e volontari, ma è dovuto anche al comportamento responsabile tenuto dalla maggioranza dei nuoresi, che ha capito l’importanza di seguire le disposizioni per bloccare la diffusione del virus: non è il momento di abbassare la guardia. Continuiamo così e ne usciremo tutti insieme. Forza Paris».

© Tutti i diritti riservati

1 Response

  1. porcu Antonio

    Da ex Ufficiale e Responsabile della viabilità cittadina, non avevo dubbi, che la Polizia Locale avrebbe messo il massimo imlegno per prevenire gli illeciti in questo drammatico momento per tutti, pur arginando il piu possibile le sanzioni, magari di fronte a situazioni economiche disagiate. Complimenti ai miei ex colleghi! Tutti assieme ce la faremo.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI