domenica 12 luglio 2020, Aggiornato alle 18:54
Home > CRONACA REGIONALE > Covid-19: “tagli agli equipaggi delle ambulanze, inaccettabile operare in questo modo”

Covid-19: “tagli agli equipaggi delle ambulanze, inaccettabile operare in questo modo”

Interno di un'ambulanza
Interno di un'ambulanza

 

«Equipaggi delle autoambulanze del 118 ridotti in piena emergenza. È difficile persino crederci, e invece è quanto accaduto in Sardegna in piena emergenza sanitaria da Covid-19. In questi giorni in cui i soccorritori delle autoambulanze stanno facendo grandi sacrifici per rispondere alle numerose richieste di aiuto, l’assessore regionale alla Sanità Nieddu provvede d’urgenza a tagliare di un terzo il numero standard dei componenti di ciascun equipaggio. Ciò significa che a bordo delle ambulanze anziché almeno un autista soccorritore e due soccorritori, viaggeranno soltanto un autista soccorritore e un secondo soccorritore. Saranno quindi soltanto in due. Il motivo? Perché la nostra regione non dispone di un numero sufficiente di dispositivi di sicurezza personale per poter permettere ai soccorritori, volontari e non, di operare in totale sicurezza».

«Un provvedimento assurdo in un momento critico come quello che stiamo vivendo, denuncia il consigliere regionale del m5s Michele Ciusa. Non è tollerabile che le autoambulanze sarde operino a ranghi ridotti proprio quando il servizio dovrebbe essere potenziato per far fronte al numero elevato di chiamate e alle lunghe operazioni di vestizione degli operatori e di sanificazione dei mezzi».

Questo l’intervento del consigliere regionale del m5s Michele Ciusa, primo firmatario di una mozione (sottoscritta dai consiglieri del m5s D. Manca, R. Li Gioi, A. Solinas)

.

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!
× CLICCA PER CONTATTARCI