giovedì 4 giugno 2020, Aggiornato alle 20:27
Home > CRONACA REGIONALE > Elisoccorso del Nord Sardegna interrotto per 10 giorni. M5s: “Nieddu si dimetta per il bene dei sardi” – VIDEO

Elisoccorso del Nord Sardegna interrotto per 10 giorni. M5s: “Nieddu si dimetta per il bene dei sardi” – VIDEO

 

 

Il servizio di elisoccorso nella base di Olbia è fondamentale per garantire la salute dei cittadini del centro e del nord Sardegna. Si tratta di un servizio attivo per 365 giorni e H24 che è stato interrotto circa 15 giorni fa, in seguito al risultato positivo del test per il COVID19 per il pilota dell’elicottero in servizio nella base di Olbia. La società, l’Airgreen, sembrerebbe aver provveduto fin da subito a mettere in sicurezza i suoi dipendenti, seguendo le regole sanitarie impartite dal Governo e spostando l’AW139 Leonardo ad Alghero, dove è rimasto fino al 27 Marzo 2020.

Sulla vicenda interviene con una nota il Movimento Cinque stelle:

“Due giorni fa – scrive il – l’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu ha dichiarato di non essere a conoscenza della chiusura di questo importante presidio aereo. Verificando il bando di gara, abbiamo appurato che la Società non avrebbe potuto interrompere il servizio di elisoccorso. Vorremmo evidenziare che l’interruzione del servizio non è dovuta ad una carenza della società elicotteristica che opera nel nord Sardegna, ma la sospensione è dovuta alla indisponibilità del personale medico da parte dell’Azienda Sanitaria. Quindi, è la mancanza del personale medico a sospendere il servizio, poiché la società ha immediatamente messo a disposizione il proprio personale”

“Negli ultimi giorni – prosegue la nota – è stato garantito nuovamente il servizio di elisoccorso da Olbia ma solo durante la notte. Durante il giorno, quindi, il territorio del centro e nord Sardegna resta carente di un servizio essenziale alla salute pubblica in quanto il presidio aereo presente ad Alghero ha un territorio vastissimo da ricoprire. Come accennato, questa situazione non sarebbe stata a conoscenza dell’Assessore alla Sanità Mario Nieddu“.

“Ci domandiamo quindi se ci troviamo davanti all’ennesima bugia dell’assessore Nieddu, che andrebbe ad aggiungersi alle altre bugie, quelle relative alla disponibilità dei dispositivi DPI per il personale ospedaliero e quella relativa all’acquisto dei test rapidi, fino alla confusione sui numeri dei contagi, o se ci troviamo davanti all’incapacità dell’Assessore Nieddu nel gestire questa situazione di emergenza estremamente delicata e che sta travolgendo la Sardegna. Alla luce dell’ennesima situazione poco trasparente, ribadiamo la richiesta che abbiamo già avanzato all’Assessore Nieddu alcuni giorni fa: si dimetta, lo faccia per il bene dei sardi“.

Il documento porta la firma di Alberto Manca, Ettore Licheri, Paola Deiana, Mario Perantoni, Nardo Marino, Pino Cabras, Elvira Evangelista, Emiliano Fenu e Emanuela Corda.

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!