venerdì 10 luglio 2020, Aggiornato alle 12:09
Home > CRONACA REGIONALE > In Sardegna il Covid-19 ha colpito il 26% degli operatori sanitari

In Sardegna il Covid-19 ha colpito il 26% degli operatori sanitari

Punto stampa della Regione Sardegna
Punto stampa della Regione Sardegna

 

Il presidente della Regione annuncia un numero verde e una pec dedicata ai Sindaci

A livello regionale, il Covid -19 ha colpito il 26% degli operatori sanitari. Sono numeri che  il presidente della Regione Christian Solinas e l’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu hanno annunciato oggi nella terza giornata di videoconferenza con i giornalisti sull’emergenza sanitaria. Una percentuale che supera il 50% nella provincia di Sassari mentre  il 74% ha riguardato il resto della popolazione.

Il Presidente ha fornito anche ulteriori dettagli sui 442 casi positivi in Sardegna , il 71% ha avvertito sintomi come febbre o tosse, il 29% non ha avuto alcun sintomo. Su 18 persone che hanno perso la vita, 15 sono maschi e 3 donne. Il governatore ha anche fatto il punto sull’approvvigionamento dei dispositivi di protezione individuale, e sul numero di medici e infermieri assunti da quando è iniziata l’emergenza, oltre cinquecento. «Ieri, ha detto, sono arrivate 450mila mascherine già distribuite dalla protezione civile regionale in questa proporzione: 30mila all’Aou di Sassari, 365mila all’Ats, cinquemila all’Areus». Solinas ha ribadito che del fabbisogno comunicato alla protezione civile nazionale, ancora la Regione ha visto poco nulla. «Tutto ciò che arriva, è grazie alle nostre forze e alla solidarietà». La Regione ha anche ordinato 40mila kit di test rapidi per screening a tappeto da effettuare nelle zone dove il virus si è diffuso di più. La videoconferenza si è conclusa con l’annuncio dell’attivazione di numero dedicato e una pec riservata ai primi cittadini per tenerli costantemente aggiornati sui contagi nelle rispettive comunità.  Fin ora  la Regione ha speso 60 milioni di euro per l’emergenza sanitaria e 100 milioni per supportare le aziende turistiche in quanto ormai il periodo pasquale è compromesso.

© Tutti i diritti riservati

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!