domenica 29 marzo 2020, Aggiornato alle 6:10
Home > CRONACA REGIONALE > Omicidio Careddu. Al via l’appello per i 2 minorenni coinvolti

Omicidio Careddu. Al via l’appello per i 2 minorenni coinvolti

Un'immagine di Manuel Careddu
Un'immagine di Manuel Careddu

 

Ha avuto inizio stamattina davanti alla sezione penale per i minori della Corte d’Appello di Cagliari, l’udienza del processo abbreviato contro i due giovani, un ragazzo ed una ragazza oggi maggiorenni, condannati in primo grado a 16 anni per aver preso parte all’omicidio di Manuel Careddu, diciottenne di Macomer, e per occultamento di cadavere, assieme ad altri tre maggiorenni di Ghilarza, Christian Fodde, Riccardo Carta e Matteo Satta,

Fodde è stato condannato in primo grado all’ergastolo, gli altri due a 30 anni e a 16 anni e 8 mesi di reclusione.

Manuel Careddu è stato ritrovato ad un mese dall’omicidio: sembrerebbe che l’11 settembre 2018 il ragazzo sia stato attirato in una trappola ed in seguito ucciso brutalmente a colpi di piccone e badile vicino al lago Omodeo, in provincia di Oristano perché chiedeva di incassare i soldi dell’hashish, circa 400 euro, che aveva venduto alla ragazzina.

I due oggi sono presenti in aula, accompagnati dai difensori Giancarlo Frongia e Gianfranco Siuni; presenti anche la madre e il padre di Manuel, Fabiola Balardi e Corrado Careddu, assistiti dai legali Luciano Rubattu e Gianfranco Piscitelli.

A rappresentare la pubblica accusa, la sostituta procuratrice generale Liliana Ledda.

Lascia un commento