martedì 20 ottobre 2020, Aggiornato alle 10:26
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Cittadinanza onoraria per 45 bambini stranieri nati a Nuoro: “un segnale contro la xenofobia”

Cittadinanza onoraria per 45 bambini stranieri nati a Nuoro: “un segnale contro la xenofobia”

Il Consiglio comunale (foto S.Meloni)
Il Consiglio comunale (foto S.Meloni)

 

Il consiglio comunale di Nuoro con 13 voti favorevoli e un astenuto ha accolto la proposta del consigliere Francesco Fadda (Città in Comune) di conferire la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati a Nuoro e quindi in Italia.

Francesco Fadda (foto S.Meloni)

Francesco Fadda (foto S.Meloni)

Un atto simbolico, un piccolo segno che impegnerà il Comune barbaricino a conferire la cittadinanza onoraria a 45 minori residenti nel territorio comunale; che rientra nel solco delle iniziative volte a sollecitare una soluzione normativa nel vuoto legislativo nazionale che non concede oggi la cittadinanza italiana ai bambini nati in Italia, solo perché figli di immigrati.

«Un segnale importante in uno dei periodi più bui della nostra storia repubblicana, nella quale, i rigurgiti fascisti stanno tornando e  alimentando l’intolleranza e la fobia per lo straniero» è stato sottolineato a gran voce dalla Maggioranza politica con la chiusa del Sindaco che ha ricordato gli emigrati sardi, i quali, affrontarono le stesse difficoltà di coloro che, oggi, si trovano nella situazione di abbandonare il loro paese di origine per svariati motivi.

Basilio Brodu e Peppe Montesu (foto S.Meloni)

Basilio Brodu e Peppe Montesu (foto S.Meloni)

La maggior parte della Minoranza era assente mentre il consigliere Paolo Fadda, al momento della votazione, si è astenuto invece Basilio Brodu  fin dall’inizio dell’assemblea consiliare, ha dimostrato la sua contrarietà alla procedura ma non al senso dell’iniziativa e dei valori alti in essa contenuta

Il consigliere ha chiarito che la stessa iniziativa era stata  già fatta nel 2014 dalla Giunta Bianchi e inoltre la proposta all’ordine del giorno non era chiara: Brodu, invece ha abbando, ha specificato che non si capiva se si doveva approvare l’iter di una procedura o se si trattava di  una delibera da portare successivamente all’attenzione della Giunta.

La Maggioranza ha previsto il conferimento della cittadinanza onoraria per il 20 novembre.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI