sabato 4 luglio 2020, Aggiornato alle 18:43
Home > CRONACA REGIONALE > Guerra del latte. Pastori sardi pronti a incontrare il ministro Bellanova: domani mobilitazione

Guerra del latte. Pastori sardi pronti a incontrare il ministro Bellanova: domani mobilitazione

Protesta dei pastori per il prezzo del latte a Sologo (foto Giobbe)
Una manifestazione dei pastori contro il prezzo del latte

 

I pastori sardi si preparano domani ad una nuova mobilitazione: porteranno a Cagliari, davanti al nuovo ministro Teresa Bellanova le loro proteste per il prezzo del latte. Nonostante il cambio dell’interlocutore, infatti, le richieste restano le stesse, così come esplicitate a febbraio con Gian Marco Centinaio.

«Non porteremo elenchi di aziende come ci è stato chiesta dall’assessore – ha spiegato Gianuario Falchi, uno dei pastori  leader della protesta – ma chiediamo a tutti gli amici pastori che nel mese di febbraio hanno buttato il proprio sacrificio e condiviso con noi l’idea del cambiamento di presenziare a Cagliari per far capire è necessario un cambiamento di rotta e che non serve documentazione, ma umiltà e rispetto nei nostri confronti. Fino ad ora – ha precisato Falchi – abbiamo presenziato al primo tavolo convocati da ben due ministri a Roma e dal prefetto di Sassari che ha gestito otto tavoli ministeriali per conto del governo, che ci ha convocato formalmente; ci sono documenti ufficiali siglati in prefettura con accordi specifici su come deve andare avanti la discussione sulla riforma della filiera. Noi pastori dobbiamo ricordare con forza gli impegni presi e poi disattesi per la riforma della filiera; non faremo mai un’associazione e quindi non porteremo mai i documenti che l’assessora ci chiede. Siamo senza bandiere e non vogliamo trasformare la lotta di febbraio nella solita associazione burocratica: siamo e vogliamo rimanere pastori, che desiderano al più presto riappropriarsi della propria tranquillità, necessaria per condurre questo nobile lavoro».

Lascia un commento

error: Content is protected !!