mercoledì 13 novembre 2019, Aggiornato alle 12:50
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Confindustria Sardegna Centrale: “grande preoccupazione per le imprese del territorio”

Confindustria Sardegna Centrale: “grande preoccupazione per le imprese del territorio”

La sede di Confindustria (Foto Cronache Nuoresi)
La sede di Confindustria (Foto Cronache Nuoresi)

Confindustria della Sardegna centrale ha analizzato con preoccupazione la situazione in cui versa chi fa impresa, rilevando il grave degrado e abbandono dei siti industriali e produttivi, problematica emersa maggiormente a seguito della  presentazione di una proposta di riforma dei consorzi industriali in commissione Attività produttive del Consiglio regionale.

Dall’incontro con gli imprenditori insediati è emerso un quadro molto preoccupante che li vede in preda all’esasperazione per le condizioni lavorative: costretti a lavorare senza adsl, senza illuminazione esterna, senza segnaletica, con strade dissestate e prive di manutenzione, con servizi idrici e di depurazione spesso inadeguati.

Le aziende, infatti, continuerebbero a pagare oneri consortili spesso ingiustificabili, con servizi inesistenti e tariffe elevate per servizi essenziali le imprese: ad esempio il costo dell’acqua che, dopo il passaggio del servizio ad Abbanoa, in alcune aree viene venduta a circa 3 euro al metro cubo.

Confindustria della Sardegna centrale ha manifestato anche le sue riserve sulle soluzioni concrete in campo, dal momento che l’ipotesi di riforma dei consorzi ha riaperto il confronto su problematiche vicine a chi fa impresa ma per soluzioni definitive  sarebbe necessario un coinvolgimento diretto degli imprenditori insediati che vivono quotidianamente le problematiche delle aree industriali e che rappresentano i primi “azionisti” degli enti stessi, essendo chiamati a pagare contributi e oneri importanti in cambio di servizi carenti.

© Tutti i diritti riservati

 

 

Lascia un commento