lunedì 14 ottobre 2019, Aggiornato alle 13:04
Home > IN BREVE > Confcommercio: al via i corsi professionali e aggiornati per le agenzie funebri

Confcommercio: al via i corsi professionali e aggiornati per le agenzie funebri

Il settore del Caro Estinto, che non conosce crisi, richiede sempre maggiore professionalità e le nuove normative impongono ai titolari di agenzia funebre e addetti in genere requisiti professionali sempre più stringenti nello svolgere questa importante attività.

Infatti, con l’accordo Stato Regioni del 09 novembre 2017, recepito dalla Legge Regionale n. 32 del 08.08.2018 e un successivo Regolamento (il n. 931 del 22 febbraio 2019)dell’Assessorato  dell’Igiene e Sanità e dell’Assistenza Sociale, ha previsto che due importanti figure professionali: il direttore tecnico responsabile della conduzione dell’attività funebre e l’operatore funebre acquisiscano standard professionali ben specifici. Il primo, il Direttore tecnico responsabile, è colui che gestisce l’impresa funebre, curandone gli aspetti commerciali, amministrativi  e promozionali.

Il secondo, l’operatore funebre, ha il ruolo fondamentale di occuparsi in toto della persona defunta, a iniziare dalle esequie, proseguendo col confezionamento del feretro, fino al trasporto alla destinazione ultima. Le materie fondamentali dei percorsi formativi spaziano, perciò, dagli  aspetti gestionali (amministrativi, contabili e fiscali) dell’impresa fino alla psicologia della comunicazione, al marketing e alle fasi più tecnico-specialistiche riguardanti il servizio funebre. La Confcommercio Nuoro Ogliastra è tra le prime in Sardegna ad aver ottenuto l’Autorizzazione Regionale a svolgere questi corsi e quindi «siamo pronti a ricevere le richieste della 154 aziende del settore operanti nel territorio della Camera di Commercio di Nuoro” dice Gian Luca Deriu direttore della Confcommercio Nuoro Ogliastra “supportandole con una formazione di qualità a dare maggiore professionalità al settore.» I nostri uffici sono a disposizione per tutte le informazioni del caso.

Lascia un commento