domenica 20 ottobre 2019, Aggiornato alle 22:40
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Due incendi in Toscana rivendicati dal Movimento Giustizia Proletaria, come un attentato incendiario a Orgosolo

Due incendi in Toscana rivendicati dal Movimento Giustizia Proletaria, come un attentato incendiario a Orgosolo

La BMW del Carabiniere incendiata a Orgosolo
La BMW del Carabiniere incendiata a Orgosolo

 

Sono due, come spiegano i Carabinieri di Firenze, i roghi di cassonetti verificatisi nei giorni scorsi a Pontassieve, in Toscana, dove, nelle vicinanze degli stessi incendi sono stati trovati volantini con offese alle Forze dell’ordine firmati dalla sigla MGP, ‘Movimento giustizia proletaria‘.

Il primo incendio, a seguito del quale è stato danneggiato anche un furgone, c’è stato in viale Diaz nella notte tra sabato e domenica scorsi. Ieri pomeriggio un altro cassonetto, per la raccolta della plastica, è stato dato alle fiamme in via di Rosano, all’ingresso del paese e a pochi metri dal ponte sul fiume Arno.

I volantini trovati con la sigla MGP stanno destando l’interesse degli investigatori di Carabinieri e Polizia perché la stessa sedicente organizzazione aveva rivendicato su Internet l’attentato incendiario a un’auto di un Carabiniere a Orgosolo nel maggio scorso.

Lascia un commento