sabato 19 ottobre 2019, Aggiornato alle 22:38
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Gli studenti di Nuoro si aggiudicano i primi posti per “Dieci in Condotte”

Gli studenti di Nuoro si aggiudicano i primi posti per “Dieci in Condotte”

Alcuni elaborati di Dieci in condotte

 

Si è chiuso al Teatro Eliseo di Nuoro, con uno spettacolo acrobatico e la premiazione dei vincitori del concorso di Abbanoa, il progetto di educazione ambientale “Dieci in condotte”, realizzato in collaborazione con Legambiente, che durante tutto l’anno scolastico ha coinvolto oltre mille alunni delle elementari e medie delle province di Nuoro e Oristano.

La premiazione. All’appuntamento finale erano presenti le classi vincitrici. Ad aggiudicarsi i premi, assegnati da una Giuria di esperti presieduta dall’artista Antonello Ottonello, sono stati gli alunni che meglio sono riusciti a rappresentare in forma artistica il tema scelto per l’edizione 2018-2019. Il primo premio (zaini e un kit di cancelleria) è andato alle classi 3°A e 3°B della scuola primaria di Terralba, il secondo (marsupi e kit di cancelleria) è andato alle classi quarta e quinta della scuola primaria di Ulassai; il terzo premio (kit di cancelleria) è andato alla 1°A e alla 1°B della scuola primaria Furreddu di Nuoro. Per quanto riguarda la sezione dedicata alla scuole medie, sono stati premiati i ragazzi della 1°C della “Grazia Deledda” di Nuoro per aver realizzato un videoclip sull’utilizzo responsabile dell’acqua di rubinetto. A portare i saluti dell’amministrazione comunale, che ha patrocinato il progetto, è stato il vicesindaco Sebastian Cocco. Nel corso della mattinata gli studenti sono stati coinvolti anche nell’intrattenimento ludico realizzato dalla compagnia circense “Ditta Vigliacci” specializzata in spettacoli di acrobatica comica.

Il progetto. Il progetto “10 in condotte” è ormai alla quarta edizione. Il progetto di educazione si è basato sul laboratorio in classe con una prima parte che ha affrontato in maniera più generale le tematiche relative alla risorsa idrica e una seconda parte più ludica con esperimenti, canti e giochi. A guidare i bambini delle elementari è stata “Goccia”, la protagonista dei libri e dei video ideati da Abbanoa per spiegare in maniera semplice e diretta il ciclo integrato dell’acqua e il valore della risorsa idrica. Al termine dell’attività didattica, le classi hanno preparato un elaborato per partecipare al concorso finale. A puntato sull’attività di laboratorio nelle classi, invece, il programma che ha riguardato le scuole medie: i ragazzi, in questo caso, dovevano realizzare un videoclip.

Gli obiettivi. Stimolare l’interesse per le tematiche ambientali e spiegare l’importanza che svolge Abbanoa come soggetto garante della tutela dell’ambiente facendo conoscere il processo industriale dell’acqua (dall’invaso alle abitazioni, e da qui alla depurazione, fino al ritorno in ambiente) e favorendo l’attivazione di buone pratiche legate al consumo consapevole dell’acqua, sono infatti le ragioni che hanno spinto il Gestore a replicare il progetto “Dieci in condotte” anche per l’anno scolastico in corso. Il rapporto con le scuole nasce dalla consapevolezza di educare i cittadini del futuro, perché sono loro che potrebbero essere danneggiati dai comportamenti sbagliati di oggi.

Le peculiarità della Sardegna. L’acqua non è una risorsa infinta, soprattutto in Sardegna, che è una regione povera di acqua: il messaggio legato all’importanza della risorsa idrica assume un significato particolare guardando proprio alle caratteristiche della nostra Isola, che non ha, appunto, risorse d’acqua potabile ma un sistema di invasi artificiali la cui acqua deve essere potabilizzata per il 85%.  Conoscere l’importanza del ruolo svolto da Abbanoa nel processo di potabilizzazione e distribuzione dell’acqua (e rilascio nell’ambiente della risorsa depurata) è oggi importantissimo: il coinvolgimento delle nuove generazioni attraverso la scuola rappresenta una formidabile opportunità di cambiamento anche culturale.

Lascia un commento