martedì 16 luglio 2019, Aggiornato alle 16:01
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Oliena. Teatro e pastori uniti nella vertenza del latte durante l’assemblea della U.I.L.T

Oliena. Teatro e pastori uniti nella vertenza del latte durante l’assemblea della U.I.L.T

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
I pastori durante la lettura del documento nell'assemblea UILT
I pastori durante la lettura del documento nell'assemblea UILT (F. N. Carai)

 

Si è svolta sabato scorso, nell’auditorium comunale, con inizio alle 10.00  per la prima volta nella sua storia ad Oliena, l’assemblea dei soci della U.I.L.T. Sardegna, federazione di teatro amatoriale che nell’isola ha affiliato (dati 2018) 20 compagnie per oltre 200 soci.

Il direttivo della UILT (F. N. Carai)

Quest’anno l’Assemblea ha avuto una valenza molto importante in quanto elettiva e soprattutto perché erano presenti il Presidente nazionale, Antonio Perelli, ed il Segretario Nazionale, Domenico Santini.

In rappresentanza delle compagnie sarde, si sono incontrati ad Oliena oltre 50 soci per 14 compagnie provenienti da Cagliari, Monastir, Iglesias, Perdasdefogu, San Gavino, Sanluri, Alghero, Sassari, Nuoro, Oliena. È stato rinnovato il gruppo dirigente per il prossimo triennio 2019-2021: presidente confermato Marcello Palimodde, Segretario tesoriere Giorgio Giacinto. Vi è stato un rinnovo totale dei consiglieri: Elena Fogarizzu, Anna Puggioni, Patrizia Viglino, Mario Lai, Natalino Carai.

Durante l’incontro ci  si è proposti di incrementare  entro tre anni, l’affiliazione delle compagnie, di incentivare la presenza della federazione a livello localene, di aumentare, attraverso il Centro Studi della UILT, fiore all’occhiello della Federazione, i servizi volti alla formazione teatrale dei soci, di consulenza legale e la programmazione di alcune rassegne.

A conclusione dei lavori, è intervenuta una delegazione di pastori che in modo originale ha esposto le ragioni della vertenza del latteconsci del fatto che «il teatro dà tante volte voce a chi voce non ha». Hanno consegnato un documento al Presidente nazionale che è stato ben lieto di leggerlo. «In questa giornata così speciale per voi, ci permettiamo di testimoniare e farvi conoscere direttamente persone come noi che sono alla disperazione – si legge nel documento- siamo l’anello debole della catena, quelli che quando le cose vanno male perdono più di tutti. Abbiamo intrapreso delle iniziative che ci hanno reso noti in molte parti del mondo. Non riteniamo di voler aggiungere altro perché a volte il silenzio vale più di mille parole. Pertanto, oltre il clamore che ci ha coinvolto, vogliamo oggi chiedere la vostra solidarietà umana, non con il fragore ma facendo leggere direttamente a voi questo documento. Noi vogliamo stare in silenzio, perché il silenzio a volte fa molto rumore».

I presenti hanno rivolto un lunghissimo applauso ai pastori a sottolineare la vicinanza e sensibilità del teatro amatoriale al mondo agro pastorale. In un momento commovente e emozionante, infine

Antonio Perelli ha espresso la solidarietà agli “attori” di questa vertenza, sottolineando come la UILT sia una federazione che concentra la sua attenzione sul territorio e si rende portavoce e incubatore della cultura e delle tradizioni artistiche dello stesso, non disdegnando di ascoltare, qualora richiesto, le problematiche sociali.

Lascia un commento