domenica 25 ottobre 2020, Aggiornato alle 12:21
Home > CRONACA REGIONALE > Guerra del latte. Trovato l’accordo fra pastori e industriali: 74 centesimi a litro

Guerra del latte. Trovato l’accordo fra pastori e industriali: 74 centesimi a litro

Vertice in Prefettura a Sassari
Vertice in Prefettura a Sassari

 

Sul prezzo del latte si è trovato finalmente l’accordo. Il tavolo convocato dal prefetto di Sassari Giuseppe Marani ha chiuso un’intesa che prevede 74 centesimi al litro, con l’impegno di un conguaglio a novembre in base al prezzo di mercato del pecorino romano.

Al vertice in Prefettura hanno partecipato i rappresentanti dei pastori, le aziende di trasformazione con i rappresentanti del governo, della Regione Sardegna e delle associazioni di categoria.

Non sono mancati, tuttavia, i momenti di tensione all’apertura del vertice sassarese sul prezzo del latte ovino con i pastori, gli industriali del settore caseario e i rappresentanti di governo, Regione e associazioni di categoria. All’ingresso del palazzo di piazza d’Italia alcuni pastori hanno protestato perché il presidente della cooperativa di Dorgali , Leonardo Salis, non era stato ammesso al tavolo sebbene fosse presente ai precedenti incontri. Ne è scaturito un faccia a faccia fra il presidente della Colldiretti, Battista Cualbu e il presidente della Lega Cooperative, Claudio Atzori, col prefetto di Sassari, Giuseppe Marani a fare da paciere. Alla fine Salis è stato ammesso al vertice.

Nel frattempo il confronto convocato dal prefetto Giuseppe Marani, è iniziato con oltre due ore di ritardo per consentire l’arrivo da Roma dei rappresentanti ministeriali che hanno portato al tavolo il decreto legge approvato dal Governo e che stanzia in totale 29 milioni di euro per il settore.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI