Ottana. 9mila tonnellate di ceneri di rifiuti tossici in un terreno agricolo: il deputato Manca sporge denuncia

mercoledì 22 maggio 2019, Aggiornato alle 15:05
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Ottana. 9mila tonnellate di ceneri di rifiuti tossici in un terreno agricolo: il deputato Manca sporge denuncia

Ottana. 9mila tonnellate di ceneri di rifiuti tossici in un terreno agricolo: il deputato Manca sporge denuncia

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Stabilimenti nella zona industriale di Ottana (© foto S.Novellu)
Stabilimenti nella zona industriale di Ottana (© foto S.Novellu)

«Quasi 9mila tonnellate di ceneri pesanti derivanti dalla combustione di rifiuti speciali depositate su un terreno che oggi pare avere una destinazione agricola. Nel 2004 una parziale bonifica, poi nessun altro intervento di risanamento del sito. Grave inadempienza della Regione e della Provincia di Nuoro». Lo rileva il deputato del M5S Alberto Manca che sporge denuncia contro ignoti.

Un nuovo capitolo  si apre nella travagliata storia dell’area industriale di Ottana. Le 9mila tonnellate di ceneri pesanti, (provenienti dalla combustione di rifiuti industriali, tra i quali fanghi Pan dryer) sono ubicate all’ interno di un terreno limitrofo al depuratore consortile TAS della Zona.

Alberto Manca si riferisce a un «progetto per il conferimento a discarica di ceneri pesanti depositate nella Z.I. di Ottana, predisposto nel 2003 della Provincia di Nuoro».

«Dall’esame dei documenti emerge che è stato conferito a discarica appena un terzo delle ceneri depositate sul sito in questione, pertanto è ragionevole dubitare sul corretto smaltimento delle restanti 6mila tonnellate (circa), delle quali non si ha apparentemente traccia» prosegue Manca, che, evidenzia come l’ultimo dei parziali interventi di risanamento di cui si ha notizia risale al 2004, poi tutto sembra essersi fermato.

«È assurdo che questa situazione sia stata totalmente trascurata dalle Giunte regionali degli ultimi lustri, (sia di destra che di sinistra) su tutte quella attualmente in carica. Del deposito di ceneri pesanti e della necessità di procedere ad un accertamento e all’eventuale completamento della bonifica non vi è alcuna traccia nel piano regionale di bonifica dei siti inquinati, aggiornato di recente dall’assessorato della Difesa dell’Ambiente – prosegue Manca. La relazione di piano descrive una serie di interventi di bonifica da realizzare in vari siti inquinati sul territorio regionale, ma nulla prevede per il sito in questione. Ma neppure gli altri documenti relativi ai progetti per un rilancio di Ottana ne fanno menzione».

Il deputato pentastellato dice che su questa vicenda anche  l’amministrazione Provinciale di Nuoro ha gravi responsabilità, «avendo apparentemente relegato il problema nel dimenticatoio, dopo un iniziale interessamento».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento