mercoledì 16 gennaio 2019, Aggiornato alle 18:30
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Mamoiada: un concorso sull’integrazione migranti in memoria dell’ex sindaco Deiana

Mamoiada: un concorso sull’integrazione migranti in memoria dell’ex sindaco Deiana

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Graziano Deiana
Graziano Deiana

Un concorso sui temi dell’integrazione dei migranti dedicato a Graziano Deiana. La Regione rende omaggio al compianto sindaco di Mamoaida per tre legislature – scomparso nel marzo scorso – che ha aperto la strada alla rinascita del paese, proponendo un concorso proprio a Mamoiada, incentrato sui temi dell’integrazione dei migranti: nove le scuole premiate, ciascuna con 3mila euro sul progetto presentato da realizzare entro il 30 aprile. «Abbiamo voluto rendere omaggio alla memoria di un grande sindaco, che con slancio e passione ha contribuito in modo determinante alla crescita economica e sociale di Mamoiada» ha sottolineato l’assessore agli Affari Generali Filippo Spanu nell’incontro moderato dal giornalista Giacomo Mameli. «Ha dato impulso ai progetti culturali valorizzando le grandi potenzialità del paese custode di tradizioni legate alle antiche maschere e a un grande patrimonio enologico. Deiana inoltre – ha aggiunto l’assessore – ha delineato un percorso di dialogo e apertura al mondo esterno. Oggi il paese è in grado di richiamare ogni anno migliaia di turisti. A questo concorso sui temi dell’inclusione gli studenti hanno aderito proponendo idee molto interessanti che nei prossimi mesi saranno realizzate».

«I giovani che hanno partecipato al concorso dedicato a Graziano Deiana, hanno mostrato una grande capacità di riflettere sui valori dell’accoglienza e dell’integrazione – ha affermato l’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe Dessena – e questa particolare sensibilità li potrà aiutare ad essere domani cittadini consapevoli delle dinamiche migratorie».

All’iniziativa sono intervenuti l’attuale sindaco Luciano Barone, i familiari di Deiana, il mediatore culturale Abdou Ndiaye, i docenti e dirigenti scolastici e alcuni giovani richiedenti asilo. I riconoscimenti sono stati assegnati agli istituti superiori “Garibaldi” di La Maddalena, “De Castro” di Oristano, “Levi” e “Brotzu” di Quartu, Nautico e Alberghiero di Tortolì, “Fermi” di Nuoro, “Pitagora” di Sassari e “Pacinotti” di Cagliari.

Lascia un commento