martedì 21 maggio 2019, Aggiornato alle 14:00
Home > APPUNTAMENTI > Nuoro. Il sindaco Soddu e l’assessore al Bilancio Sanna incontrano i cittadini per illustrare il bilancio

Nuoro. Il sindaco Soddu e l’assessore al Bilancio Sanna incontrano i cittadini per illustrare il bilancio

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Il sindaco Andrea Soddu all'incontro sul futuro del Monte Ortobene (foto S.Novellu)
Il sindaco Andrea Soddu all'incontro sul futuro del Monte Ortobene (foto S.Novellu)

 

Mercoledì 18 luglio alle 18.00 nell’auditorium della Biblioteca S.Satta l’amministrazione comunale organizza un incontro pubblico per raccontare ai cittadini in maniera chiara e trasparente la situazione finanziaria ed economica dell’ente.

Dopo l’approvazione del bilancio e un anno di intenso di lavoro da parte degli uffici del Comune, il sindaco Andrea Soddu e l’assessore al Bilancio Giuliano Sanna illustreranno le prospettive e le soluzioni per il rilancio della città.

Si tratta del secondo appuntamento organizzato dall’amministrazione all’interno del ciclo di incontri “Il Comune si racconta” per parlare con i cittadini del futuro della città.

Dopo l’appuntamento del 10 maggio “Turismo e Comunità”, il 18 luglio durante l’incontro “Il bilancio del Comune di Nuoro”, sul tavolo: la situazione economica, finanziaria e organizzativa del Comune, a partire dalla questione del debito, denunciata più volte dal primo cittadino, in modo da rendere tutti partecipi del funzionamento della macchina amministrativa, delle difficoltà, ma anche delle possibilità di azione e cambiamento.  

Nel corso dei prossimi mesi saranno organizzati altri incontri tematici sui diversi progetti ai quali l’amministrazione sta lavorando: Piano di rilancio del nuorese, che vede l’Università al centro, il piano RiMonte che ha l’obiettivo di valorizzare il Monte Ortobene, il piano “Nuoro, le periferie al centro della città” che punta a rivitalizzare le zone periferiche e trasformare una parte dell’ex Artiglieria in un grande parco urbano. E infine il progetto “Rete delle città finaliste a Capitale Italiana della Cultura 2020”, nato ad aprile dalla volontà delle dieci città finaliste dell’edizione 2020 di creare una rete per condividere idee, progetti, azioni e realizzare un piano strategico della Cultura coinvolgendo tutte le realtà culturali del territorio.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento