“Tanca Manna Nuragic Experience”: esperienze nuragiche all’interno della città

Sonia

“Tanca Manna Nuragic Experience”: esperienze nuragiche all’interno della città

domenica 27 Maggio 2018 - 06:08
“Tanca Manna Nuragic Experience”: esperienze nuragiche all’interno della città

Tanca Manna: presentazione dell'evento

Laboratori, visite guidate e musica dalla mattina fino alla sera, in programma oggi, 27 maggio

L’evento “Tanca Manna Nuragic experience 2018″ si terrà il 27 maggio dalle ore 10.00 alle 21.00. Una giornata dedicata alla valorizzazione del sito archeologico nuorese con numerose attività che saranno proposte ai cittadini dalle 10.00 del mattino sino a sera, con il mercato contadino, le visite guidate al sito, la presentazione del progetto della Lariso, Tanca manna in 3D, la lavorazione della ceramica, la preparazione del pane, i laboratori per bambini e tanto altro. A chiudere, alle 19.30 grazie al concerto dell’Ente musicale “Sulle ali del canto”: Visita guidata e concerto lirico con Maria Ladu (soprano), Alessandra Cocco (violino), Giulia Dessy (viola) e Francesco Sergi (contrabbasso).

Venerdì scorso la conferenza stampa di presentazione alla quale erano presenti il sindaco di Nuoro Andrea Soddu, l’assessore all’ambiente Giuliano Sanna, l’archeologo Demis Murgia, i ricercatori Nues, il responsabile della formazione di Lariso Andrea Fiori e il presidente dell’Ente Musicale Angelo Palmas. Una presentazione avvenuta nel complesso nuragico di Tanca Manna, evento che nasce dalla collaborazione tra il Comune di Nuoro, Nues, l’Ente Musicale, la Lariso, l’Azienda Trasporti Pubblici e l’archeologo Demis Murgia, responsabile della gestione del sito archeologio di Tanca Manna.

Una quinta edizione nel segno della crescita, come ha sottolineato Demis Murgia, archeologo e da anni anima del movimento artistico e culturale che si è sviluppato intorno all’importante complesso archeologico all’interno della città. Una crescita nel segno del coinvolgimento di tante realtà che operano in città.  «Le scuole rispondono numerose e per adesso non riusciamo nemmeno ad accontentare le tante richieste che ci pervengono. Per il prossimo maggio contiamo di inaugurare tutto il parco e tenere aperto tutti i giorni, dice Murgia. Grazie alla collaborazione con la cooperativa Lariso riusciremo a rendere reale ciò  che prima potevamo solo far immaginare. La nostra tradizionale proposta fatta di simulazioni di scavi e visite archeologiche si integra con lavorazioni bio, artigianali e le simulazioni 3d che vanno a creare creano un pacchetto di ciò che era la nostra cultura».

«Siamo molto contenti che oggi ci sarà “Nuragic experience”, un evento che porta un’atmosfera nuova in città, ci spinge a stare più all’aria aperta, a riscoprire la nostra storia e allo stesso tempo a divertirci», afferma il sindaco Soddu, l’importanza del progetto Tanca Manna sta nel fatto che il recupero della nostra storia diventa così occasione non solo di socializzazione, ma anche di sviluppo e occupazione».

«Il sito di Tanca Manna sono i nostri Fori imperiali nel cuore della città, una fortuna che questa amministrazione sta cercando di amministrare al meglio. Ringraziamo Demis Murgia per la passione e il lavoro che ha svolto in questi anni, grazie al bando Culture lab siamo riusciti ad affidargli la gestione duratura del parco che gli consentirà di completare i progetti in essere, dice l’assessore all’Ambiente Giuliano Sanna, per noi è fondamentale la messa in rete di questo progetto con tutte le altre attività sul territorio, prima di tutto col museo archeologico e poi con il sito di Noddule».

«Come sempre accade, le cose di qualità chiamano qualità», commenta Angelo Palmas, presidente dell’Ente musicale di Nuoro, che ricorda anche che «di recente il sito di Tanca Manna ha suscitato l’interesse dell’Unesco», diventando una delle location dove si è svolta la due giorni di “Jazz Island for Unesco”, con il concerto fatto il 29 aprile proprio nel sito nuragico cittadino. Fondamentale è anche il ruolo svolto in campo formativo dalla cooperativa Lariso, come sottolineato dal Andrea Fiori: «abbiamo investito in formazione e ha creduto nella professionalità di tanti ragazzi nuoresi. Attraverso dei corsi formativi sulle tecniche 3d siamo riusciti a unire lo competenze tecniche ad una immediata applicabilità, incrociandole con quelle di Demis e del suo gruppo e rendendo ancora più completa l’esperienza intorno al nuraghe di Tanca Manna».

© Tutti i diritti riservati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta