domenica 25 ottobre 2020, Aggiornato alle 12:21
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Le strade Provinciali tra Montiferru, Marghine e Planargia versano in condizioni disastrose

Le strade Provinciali tra Montiferru, Marghine e Planargia versano in condizioni disastrose

La vecchia strada che collega Scano Montiferro e Cuglieri dopo la frana
La vecchia strada che collega Scano Montiferro e Cuglieri dopo la frana

Dopo la frana sulla vecchia provinciale che da Scano Montiferro conduce a Cuglieri, facciamo il punto sulle condizioni in cui versano le strade che di collegamento tra Montiferru, Marghine e Planargia

È stata ripristinata rapidamente la viabilità nella strada provinciale che collega Scano Montiferro con Cuglieri, ostruita nelle scorse ore da una frana in località “Mont’e Pazza”. Lo sgombero, dopo un primo intervento dei Vigili del fuoco, è stato effettuato dai cantonieri della Provincia.

Se il caso è stato rapidamente risolto, non così è però per lo stato di abbandono nel quale versano numerose strade Provinciali che collegano Montiferru, Marghine e Planargia.

La vecchia strada che collega Scano Montiferro e Cuglieri dopo la frana

La vecchia strada che collega Scano Montiferro e Cuglieri dopo la frana

Tanto per rimanere a Scano, è fortemente atteso l’intervento del rifacimento del manto, pare già programmato, della Provinciale che conduce a Macomer. A questo punto, però, il percorso della strada Santulussurgiu – Macomer, sia nel tratto della provincia di Oristano, che in quello della provincia di Nuoro, è una vera e propria mulattiera. Non parliamo del tratto che da Scano porta alla comunale di Sindia. In Planargia un vero esempio di trascuratezza è la strada che dalla 129 porta a Modolo. Qui insiste, da quattro o cinque anni, un tratto franoso di qualche decina di metri appena. Ora è previsto un intervento per una frana intercorsa questa estate, poco più avanti, ma alcunché per il precedente in questione. Altrettanto un tratto franoso sulla Bosa-Alghero, che attende di essere rivisto da più tempo, questa volta dalla provincia di Sassari. Per finire è in forte ritardo l’intervento sulla circonvallazione di Sindia, sulla Macomer-Bosa, che versa in condizioni pietose, nonostante di recente non abbia quasi piovuto, oltre da aver causato una serie di guai a molti automobilisti. Sul rifacimento di quest’ultimo tratto, già finanziato, c’è stata, di recente, un’interrogazione del consigliere regionale Oscar Cherchi. E siamo sicuri di non aver detto tutto…

Pier Gavino Vacca

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI