mercoledì 5 agosto 2020, Aggiornato alle 16:02
Home > CRONACA REGIONALE > ProgRes. Pari opportunità: la Sardegna come il Congo. In Consiglio Regionale solo 4 donne

ProgRes. Pari opportunità: la Sardegna come il Congo. In Consiglio Regionale solo 4 donne

pari opportunitaDal 1949 le donne elette sono solo 37

«Sulla parità di genere in politica la Sardegna è come il Congo», lo sostiene ProgReS dopo la pubblicazione da parte dell’Onu e dell’Unione Interparlamentare della mappa mondiale sulle donne in politica nel 2015.

«Il XV Consiglio Regionale, organo legislativo della Sardegna, è composto da 60 consiglieri, di cui solo quattro donne. Sulla base di tali dati, secondo la mappa, la Sardegna – spiega ProgReS – si collocherebbe al 125/o posto nella classifica per presenza di parlamentari donne, affiancandosi a Nigeria, Myanmar e Congo. In pratica, sullo stesso livello di nazioni in cui le donne lottano ancora per il riconoscimento dei loro diritti fondamentali. Dal 1949 ad oggi sono state elette nell’assemblea regionale 37 donne in rapporto ai 557 consiglieri dell’era autonomista: questo è lo specchio di una società ancora fortemente sessista e discriminante di una classe politica sbilanciata le cui conseguenze sono lampanti e sotto gli occhi di tutti», per questo ProgReS ritiene «urgente che tale tema ritorni ad essere centrale nell’agenda politica sarda. Che si discuta di una nuova legge elettorale e che si intervenga finalmente con proposte sostanziali e non più con parole e formalismi. L’attuale giunta regionale deve affermare chiaramente quale modello sociale intende perseguire nella partecipazione delle donne alla politica».

Lascia un commento

error: Content is protected !!