Kataklò: un Puzzle di ritmo, luce e emozione

Sonia

Kataklò: un Puzzle di ritmo, luce e emozione

sabato 15 Marzo 2014 - 15:29
Kataklò: un Puzzle di ritmo, luce e emozione

Kataklò Athletic Dance Theatre (© foto S. Novellu)

Due ore di intensa emozione, mercoledì scorso 12 marzo, in occasione dell’esibizione dei Kataklò al Teatro Eliseo, compagnia con sede tra Bologna e Milano, che ha messo in scena Puzzle, lo spettacolo ideato in occasione dei primi quindici anni di attività, una composizione corale realizzata attraverso l’accostamento di coreografie storiche e opere prime ideate dagli stessi danzatori con la regia e la supervisione artistica di Giulia Staccioli. Quello di mercoledì era l’ultimo appuntamento in calendario per la Stagione di Danza 2014, organizzata a Nuoro dal Circuito Regionale Danza Sardegna.

Il nome Kataklò deriva dal greco e significa “io ballo piegandomi e contorcendomi”. Lo stile di Kataklò è basato sull’alta preparazione atletica e sulla notevole tecnica di danza di tutti gli interpreti, chiamati a mettere in campo versatilità e determinazione per sostenere l’impegnativo training fisico. Sul palco: Maria Agatiello, Giulio Crocetta, Eleonora Guerrieri, Silvia Proietti, Stefano Ruffato, Alessia Verdini, Marcello Zanotti.

La Compagnia Kataklò Athletic Dance Theatre è riconosciuta a livello internazionale per l’alto valore artistico e per la sorprendente spettacolarità delle sue produzioni, grazie all’inconfondibile e spettacolare fusione di danza, atletismo acrobatico, mimica, humor, suoni, luci e costumi. Oggi l’ensamble ha in repertorio sei produzioni originali rappresentate in tutto il mondo: Indiscipline (1996), Kataklopolis (1999), Up (2002), Livingston (2005), Play (2008), Love Machines (2010). Nel 2012, a celebrazione dei 15 anni di attività della compagnia, debutta Puzzle. Fra le importanti manifestazioni in cui la compagnia si è esibita: le Olimpiadi di Sydney (2000), la cerimonia di apertura dei Giochi olimpici di Torino (2006), il Fringe Festival di Edimburgo (2006 e 2009), il Capodanno di Hong Kong (2007), il 60nnale dell’ARS (2007), le Olimpiadi della Cultura a Pechino (2008) in rappresentanza dell’Italia su invito del Ministero della Cultura Cinese e del Comitato Olimpico di Beijing e con l’Alto Patrocinio del Ministero per gli Affari Esteri, dell’Istituto Italiano di Cultura, dell’Ambasciata italiana. Dal 2010 la compagnia è testimonial della campagna “Vogliamo Zero” di UNICEF.

La Compagnia Kataklò Athletic Dance Theatre trae linfa vitale dall’Accademia Kataklò Giulia Staccioli, la prima accademia di formazione e avviamento professionale dedicata a performer di Athletic Dance Theatre. Professional Athletic Theatre (PAT) è il primo metodo di formazione e avviamento professionale rivolto a ginnasti con attitudine alle arti performative e a danzatori con attitudini atletiche, per attestare artisti qualificati e inserirli in ambiti d’eccellenza. L’applicazione del processo creativo sviluppato da Staccioli in 15 anni con la compagnia Kataklò, unitamente alla sua esperienza didattica in ambito universitario, scolastico, sportivo nonché artistico e teatrale, sono gli strumenti che hanno portato alla definizione di un metodo globale che mette in sinergia le varie tecniche e discipline.

Gli allievi che prendono parte al PAT vengono accompagnati da Giulia Staccioli, dal corpo docenti da lei formato e dai maestri di danza accreditati da Accademia Susanna Beltrami in un percorso tecnico e artistico di approfondimento delle discipline acrobatiche applicate alla danza e al teatro.

Lo scopo del percorso è la formazione del Danzatore-Atleta o Attore-Fisico non solo come interprete ma come Artista-Performer autonomo e completo capace di fisicità e potenza arricchita di morbidezza, leggerezza, fluidità e espressività.

Dal 2010 i corsi amatoriali AccademiaKataklò, articolati in KATAKIDS, KATAJUNIOR, KATAYOUNG e KATASENIOR (inserito nei corsi accademici) sono guidati da professionisti abilitati che attraverso il metodo globale Kataklò introducono ai rudimenti tecnico-espressivi della danza, del teatro e dell’acrobatica attraverso esercizi propedeutici adeguati all’età e alle abilità del gruppo al quale si rivolgono. Il lavoro fisico, non più impostato sulla competitività ma sviluppato e utilizzato in modo creativo, permette un’attività motoria non solo come strumento per il benessere fisico e l’allenamento muscolare, ma anche per sviluppare e coltivare la parte creativa e immaginifica.

Le audizioni (gratuite e con obbligo di iscrizione) per l’Accademia Kataklò per l’Anno Accademico 2014/2015 si terranno il 27 aprile, il 24 maggio, il 6 e il 20 settembre. Quelle per Katatris aprile 2014 dal 25 al 27 aprile (termine ultimo per le iscrizioni il 28 marzo). Il Campus estivo Kataklò 2014, invece, si terrà dal 9 al 27 giugno (termine ultimo per le iscrizioni il 16 maggio) . Le audizioni si terranno alla DanceHaus Susanna Beltrami di Milano. Per maggiori informazioni su Accademia Kataklò: www.accademiakataklo.com

Per chi si fosse perso i prime tre appuntamenti in calendario nell’Isola (Santa Teresa di Gallura, Nuoro e Carbonia), c’è  ancora tempo per assistere all’ultimo spettacolo in programma a Lanusei il prossimo 17 marzo.

S. Novellu © Tutti i diritti riservati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta