Russia interessata al caso dei centenari di Oniferi

Sonia

Russia interessata al caso dei centenari di Oniferi

mercoledì 20 Novembre 2013 - 12:03
Russia interessata al caso dei centenari di Oniferi

Tzia Filomena Murgia, 102 anni

La russa TV2 e l’Università di Sassari in paese

Il caso dei cinque centenari di Oniferi richiama l’attenzione degli studiosi e di un canale televisivo russo2.

Protagonisti della vicenda sono cinque arzilli nonnetti di Oniferi: Filomena Murgia (classe 1911) 102 anni compiuti, Battista Sale (classe 1912) 101 anni compiuti, Giovanni Maria Brilla, Gonaria Soddu e Giuseppe Murgia, questi ultimi i più giovani del gruppo con “sole” cento candeline spente al loro attivo – Giuseppe Murgia (fratello della della centoduenne Filomena), ha festeggiato il compleanno il 27 settembre scorso, con una festa alla qual ha partecipato tutto il paese compresa la sorella ultracentenaria.

Nella giornata di ieri sono accorsi in paese una èquipe di tecnici del canale ex sovietico Tv2, che ha girato un documentario sulla felice vicenda dei cinque, intervistandoli uno ad uno per carpirne il segreto di cotanta longevità, mentre un medico dell’Università di Sassari, il dott. Luca Deiana, aiutato da due studenti, provvedeva a effettuare prelievi ematici che forniranno dati di laboratorio da raffrontare ai quelli ricavati dalle interviste in relazione alle abitudini ci vita e quelle alimentari che li hanno portati a raggiungere un simile e straordinario traguardo.

Da sottolineare che, oltre a loro, Oniferi vanta anche circa venticinque ultranovantenni; secondo quanto dichiarato dal dott. Deiana nella giornata odierna, in cui sono proseguiti i lavori e il monitoraggio, pare  esserci la volontà di intraprendere a breve anche uno studio su questi ultimi.

Auguri dunque ai vegliardi protagonisti per un giorno della ricerca medica con l’auspicio che i risultati dello studio possano fornire ulteriori tasselli alla comprensione del mistero della longevità.

S. Novellu

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta