Il ministro della Cultura Dario Franceschini a Nuoro, rapito dalle suggestioni di Grazia Deledda

Sonia

Il ministro della Cultura Dario Franceschini a Nuoro, rapito dalle suggestioni di Grazia Deledda

mercoledì 21 Settembre 2022 - 16:15
Il ministro della Cultura Dario Franceschini a Nuoro, rapito dalle suggestioni di Grazia Deledda

Nuoro. Il ministro della Cultura Franceschini (foto S.Novellu)

Tempo di elezioni. E i nostri politici si ricordano che esiste anche la Sardegna. Ed ecco che oggi Nuoro ha avuto l’onore di una visita del ministro della Cultura Dario Franceschini (Pd).

Alle 12 45 il ministro della Cultura Dario Franceschini, con un cambio di programma dell’ultimo minuto anziché alla chiesa della Solitudine si è recato alla casa museo di Grazia Deledda. Cicerone d’eccezione il primo cittadino Andrea Soddu che ha illustrato nel dettaglio ogni ambiente dell’abitazione che ha dato i natali al Premio nobel nuorese.

Il ministro della Cultura Dario Franceschini al MAN

Il ministro della Cultura Dario Franceschini al MAN (foto F.Nieddu)

La giornata del ministro a Nuoro è iniziata con una visita ufficiale in Comune per poi fare tappa prima al museo Etnografico e poi al MAN. Da qui per concludere la sua visita allo Spazio Ilisso, dove ha incontrato i referenti degli uffici ministeriali della Cultura, i sindaci del Distretto culturale del Nuorese, gli operatori, le associazioni e le imprese che operano nel panorama culturale cittadino.

Il ministro della Cultura Dario Franceschini in visita a Spazio Ilisso

Il ministro della Cultura Dario Franceschini in visita a Spazio Ilisso (foto C.Deiola)

Il Ministro ha ribadito il concetto di investire nella Cultura e nel Turismo, non solo legato al mare ma anche alle bellezze storiche, archeologiche e artistiche che possono allungare la stagione turistica e portare crescita economica tutto l’anno.

LA VISITA ALLA CASA DI GRAZIA DELEDDA di Salvatore Novellu

F.Nieddu

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta