I cani antidroga scovano marijuana, cocaina e eroina in una palazzina: arrestati due fratelli

Sonia

I cani antidroga scovano marijuana, cocaina e eroina in una palazzina: arrestati due fratelli

mercoledì 10 Novembre 2021 - 13:00
I cani antidroga scovano marijuana, cocaina e eroina in una palazzina: arrestati due fratelli

Parte del materiale sequestrato (f. Polizia di Stato)

A Tortolì scattano le manette per due fratelli M.M. e M.L., rispettivamente di 45 e 53 anni per reato di detenzione di sostanza stupefacente. I due già con precedenti penali sempre per droga, sono stati sorpresi dagli agenti del Commissariato di Tortolì con cocaina, marijuana, hashish ed eroina.

Sotto la lente dell’operazione una palazzina del centro cittadino Ogliastrino dove da tempo si erano rilevati movimenti sospetti. Nel corso dell’attività, grazie anche al fiuto di Viorel, un pastore tedesco di 3 anni delle unità cinofile della Questura di Oristano, sono stati rinvenuti negli appartamenti dei due sospettati, complessivamente  765 grammi di marijuana, 53 grammi  di hashish, 30 grammi  di eroina e 25 grammi di cocaina, 29 fiale di metadone, due bilancini di precisione e tutto “l’armamentario” per il confezionamento e lo spaccio delle sostanze.

Nella circostanza sono stati sequestrati, inoltre, circa 2900 euro in banconote di diverso taglio, verosimilmente provento dell’attività illecita dei due. Considerate le circostanze, che hanno confermato gli elementi acquisiti nell’attività investigativa, i due fratelli sono stati tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

M.L. dovrà rispondere, altresì, dell’accusa di detenzione di materiale esplodente, poiché  nella sua abitazione i poliziotti hanno rinvenuto un  ordigno confezionato con 60 grammi di polvere nera.

Per uno dei fratelli, già sottoposto agli arresti domiciliari, l’Autorità Giudiziaria ha disposto il trasferimento nel  di Lanusei:  L’altro è  agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e campioni dello stupefacente sono stati inviati ai laboratori del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Cagliari per le analisi strumentali finalizzate a stabilire il coefficiente di THC delle sostanze.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta