Dramma nel Viterbese: ex allevatore di origini sarde spara la moglie e si toglie la vita davanti alla figlia

Sonia

Dramma nel Viterbese: ex allevatore di origini sarde spara la moglie e si toglie la vita davanti alla figlia

domenica 26 Settembre 2021 - 18:34
Dramma nel Viterbese: ex allevatore di origini sarde spara la moglie e si toglie la vita davanti alla figlia

Un'ambulanza del 118

Dramma nel Viterbese, un ex allevatore di origini sarde, Ciriaco Pigliaru ha sparato la moglie e poi si è tolto la vita davanti alla figlia.  Il fatto, nello specifico, è successo a Castel Sant’Elia:   lui un 65enne  e la moglie 57anni; dopo l’omicidio, avvenuto all’esterno della casa dove abitava la donna, l’uomo si è tolto la vita con la stessa arma davanti agli occhi della figlia.

Da chiarire i motivi del gesto: dalle prime informazioni sembra che la coppia si stesse separando e che lui non avesse accettato la fine della relazione.  L’omicidio è avvenuto sabato 25 settembre intorno alle 20, a  dare l’allarme è stata proprio la figlia che, a causa dello shock, è stata ricoverata in ospedale.

All’età di sei anni, Pigliaru, insieme alla sua famiglia, aveva lasciato la Sardegna per trasferisti a Castel Sant’Elia e, una volta adulto aveva messo su un allevamento di pecore con il padre e il fratello. Sempre lì, aveva conosciuto la moglie Anna Cupelloni, di Nepi, da cui ha avuto due figlie, che oggi hanno 27 e 31 anni. Quattro anni fa la decisione di di vendere l’azienda agricola e di aprire una tabaccheria

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta