Nuoro. Dopo lo sport e la scuola spacciavano droga: 12 minorenni nei guai

Sonia

Nuoro. Dopo lo sport e la scuola spacciavano droga: 12 minorenni nei guai

mercoledì 09 Giugno 2021 - 16:36
Nuoro. Dopo lo sport e la scuola spacciavano droga: 12 minorenni nei guai

Una volante della Polizia

Tra l’aprile 2019 e il 2020 erano tutti minorenni e coinvolti in una fiorente attività di spaccio a Nuoro smantellata dalla Squadra mobile. All’alba di oggi, su ordine della Procura dei Minorenni di Sassari, gli agenti della Questura hanno eseguito 12 misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani, tre dei quali accusati anche di estorsione per aver costretto i coetanei a saldare il proprio debito per l’acquisto della droga.

L’indagine è iniziata circa un anno e mezzo fa dal rinvenimento, nel centro storico, di sei dosi di marijuana, probabilmente abbandonata dai pusher disturbati dai controlli delle Volanti.

Gli investigatori, poi, sono riusciti a delineare la rete di giovani spacciatori che avevano i propri giri di clienti specialmente tra studenti.

Gli spacciatori avevano tutti una vita parallela: dopo la scuola o gli impegni sportivi si dedicavano a distribuire e a consumare droga, in un substrato sociale dove sono maturate pericolose situazioni conflittuali legate alla dipendenza e ai soldi facili con risse, minacce e percosse.

Le indagini si sono basate non solo sull’osservazione ma anche sull’ascolto delle conversazioni che hanno accertato numerosi incontri fugaci con scambi di dosi e denaro.

Adesso dopo un anno arrivano i provvedimenti dal parte del tribunale. Nello specifico  quattro sono stati ristretti a casa, sei staranno in comunità e due  stanno nella propria abitazione d’origine con l’obbligo di non uscire dalle 21 alle 7 e divieto di frequentare bar, sale da gioco o altri simili luoghi di ritrovo, divieto di frequentare pregiudicati o tossicodipendenti e divieto di frequentare gli altri indagati o comunicare con loro, adesione al progetto educativo predisposto dall’Ufficio di Servizio Sociale Minorile e la partecipazione ad un percorso terapeutico presso il SERD.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta