Mario Trazzi è stato riconfermato presidente provinciale dell’AVIS – Nuoro

Sonia

Mario Trazzi è stato riconfermato presidente provinciale dell’AVIS – Nuoro

venerdì 28 Maggio 2021 - 12:58
Mario Trazzi è stato riconfermato presidente provinciale dell’AVIS – Nuoro

L'assemblea dell'Avis (f. P. G. Vacca)

Mario Trazzi, 66 anni, di Borore, è stato riconfermato presidente provinciale dell’AVIS – Nuoro. Nella sua relazione conclusiva Mario Trazzi ha illustrato l’operato della associazione in un periodo difficilissimo a causa della pandemia.

L’assemblea generale delle sezioni Avis, che, in provincia, ammontano a ben 25, si è tenuta nei locali concessi dal comune di Bitti, alla presenza del Sindaco Giuseppe Ciccolini che, dopo aver elogiato l’operato dell’Avis, ha rievocato, con commozione, la terribile sciagura che ha interessato Bitti, nel 28 novembre del 2020. Nella sua relazione Mario Trazzi ha manifestato la soddisfazione di svolgere una assemblea in presenza anziché per via Web per l’impareggiabile calore che viene dalla presenza fisica e dal contatto diretto.

Soci assemblea AVis (f. P. G. Vacca)

Soci assemblea AVis (f. P. G. Vacca)

La pandemia ancora in corso ha limitato l’azione dell’Avis che ha dovuto sospendere, a causa delle prescrizioni, numerose attività. L’opera dell’associazione è comunque proseguita creando addirittura una nuova sezione, quella di Belvi’-Aritzo, mentre è già arrivata la richiesta per l’apertura di un’altra a Lodè. Nel frattempo è stato dato l’incarico per l’allestimento di un sito Web nel quale includere tutte le informazioni sull’associazione: storia, calendario delle raccolte e tutte le informazioni pertinenti. Il sito contemplerà anche un sistema per la prenotazione delle donazioni.

Il 2020, ha detto Mario Trazzi nella sua relazione, è stato un anno doloroso anche per molti soci dell’Avis che, a causa della pandemia, hanno perso molte persone care, oltre a quelle impegnate direttamente nell’associazione. La situazione difficile si è ripercossa anche nel numero dei soci che sono diminuiti di 25 unità. Le donazioni, la cosa più importante, hanno avuto un crollo di 629 sacche rispetto al 2019, di cui 427 in autoemoteca e 202 nel centro trasfusionale. A questo ha contribuito anche la chiusura delle scuole a causa del Covid 19 e la limitazione del numero di donatori, con un, massimo di 30, sempre per il Covid. Il lavoro dell’associazione è rimasto invece sempre uguale. Il valore medio di socio per anno è di 1,30 sacche. Se si arrivasse a 2 la Sardegna sarebbe auto sufficiente. Nel 2020 sono state raccolte, in provincia di Nuoro, 7053 sacche, di cui 4818 dai soci Avis, il resto dal centro trasfusionale. «Nel 2020 abbiamo organizzato- ha riferito Mario Trazzi- 172 giornate di raccolta». L’anno venturo l’assemblea provinciale si terrà a Macomer.

Pier Gavino Vacca

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta