Lodè. Il sindaco: “Bloccato il punto vaccinale. Inaccettabile!” – Il commissario ATS Cherchi: “Nessun blocco, sabato si vaccina”

Nuovo

Lodè. Il sindaco: “Bloccato il punto vaccinale. Inaccettabile!” – Il commissario ATS Cherchi: “Nessun blocco, sabato si vaccina”

mercoledì 12 Maggio 2021 - 19:48
Lodè. Il sindaco: “Bloccato il punto vaccinale. Inaccettabile!” – Il commissario ATS Cherchi: “Nessun blocco, sabato si vaccina”

Il Comune di Lodè e il sindaco Antonella Canu

È polemica tra il Commissario per l’ATS Nuorese Gesuina Cherchi e il sindaco di Lodè Antonella Canu su un presunto blocco delle vaccinazioni anti-Covid in paese

«Nelle scorse ore abbiamo ricevuto la comunicazione per la quale non è più possibile procedere con l’organizzazione del punto vaccinale mobile contro il Covid-19 nel nostro comune, determinando una situazione gravissima e inaccettabile». La denuncia arriva direttamente dal sindaco di Lodè, Antonella Canu, che evidenza ancora una volta i numerosi problemi riguardanti l’organizzazione del piano vaccinale in provincia di Nuoro.

A seguito di svariate segnalazioni, proposte e richieste di collaborazione e grazie ad un’interlocuzione tra l’amministrazione comunale e il distretto sanitario di Siniscola, nei giorni scorsi è stata infatti annunciata l’organizzazione a Lodè per il 15 maggio prossimo di un PVT (punto vaccinale territoriale) per la vaccinazione contro il Covid riservata agli ultraottantenni non allettati e che non hanno ancora ricevuto la prima dose, agli over 80 allettati e ai pazienti che rientrano nei soggetti fragili. «Avevamo organizzato tutto – spiega la Prima cittadina – ricevendo prontamente le disponibilità dei medici e comunicando loro i nominativi delle persone da vaccinare». Oggi, però, dalla direzione ATS di Nuoro è arrivato l’avviso dell’annullamento del punto vaccinale mobile nel comune dell’alta Baronia.

«Ci sentiamo presi in giro – denuncia Canu – perché non ci è stata nemmeno data una spiegazione per il blocco del PVT. Da settimane e settimane, con la collaborazione dei medici di base e insieme all’amministrazione comunale, cerchiamo di organizzare le vaccinazioni direttamente a Lodè, ma puntualmente ci bloccano tutto. Si tratta di una situazione imbarazzante e inaccettabile. Ci siamo impegnati tantissimo sul fronte vaccini, il nostro obiettivo era quello di tutelare nel migliore dei modi i nostri concittadini, considerato che c’è ancora un elevato numero di ultraottantenni e soggetti fragili non vaccinati».

Il commissario alla ASSL di Nuoro Gesuina Cherchi (foto S.Novellu)

Il commissario alla ASSL di Nuoro Gesuina Cherchi (foto S.Novellu)

IL Commissario dell’ATS nuorese Gesuina Cherchi risponde con fermezza alle accuse: «Sono stupita delle dichiarazioni del Sindaco: proprio oggi si è tenuta una riunione con i vertici del distretto di Siniscola per confermare l’esecuzione dei vaccini a Lodè, vaccini che tra l’altro sono già stati consegnati. Dal momento che solo io avrei potuto dare un’indicazione del genere non capisco come si possa parlare di “blocco delle vaccinazioni”. È probabile che il disguido sia dovuto a un problema di salute del responsabile dell’equipe del Distretto Socio Sanitario di Siniscola, di fatto risolto e, infatti, abbiamo già disposto l’invio di una squadra di operatori da Nuoro. Confermo, pertanto, che già sabato si procederà con le inoculazioni”.

© Tutti i diritti riservati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta