sabato 8 agosto 2020, Aggiornato alle 16:27
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro consegna la cittadinanza onoraria a 45 bambini stranieri nati in Italia

Nuoro consegna la cittadinanza onoraria a 45 bambini stranieri nati in Italia

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)
La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

 

Una cerimonia particolare quella che si è svolta oggi nella sala consiliare del Palazzo Civico di Nuoro. È stata consegnata la cittadinanza italiana a 45 bambini stranieri nati a e residenti a Nuoro.

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

L’iniziativa voluta dal consigliere comunale Francesco Fadda è stata presieduta dal sindaco Andrea Soddu, dal presidente regionale Unicef Graziano Secchi, il presidente del Consiglio Fabrizio Beccu, il vice sindaco Sebastian Cocco  e alcuni esponenti della Maggioranza .

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

«Nella speranza  che le leggi italiane cambino e che questi bambini diventino realmente cittadini del nostro paese. La nostra  comunità è sempre stata accogliente e ospitale verso lo straniero e questa cerimonia lo testimonia in continuità con l’iniziativa simile presa dalla precedente amministrazione e in futuro anche se non ci  dovessimo essere più noi, vigileremo comunque che questo rispetto rimanga invariato».

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

«Speriamo che Nuoro rimanga sempre la vostra seconda casa avendo lasciato il vostro paese d’origine ».

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria (f. C.N)

Ha concluso  il presidente Fabrizio Beccu, dopo la consegna delle pergamene alle famiglie.

«È una giornata importante per la città eil consiglio comunale di Nuoro che ha preso atto della presenza dei cittadini non sardi e non italiani. Ritengo questa presa d’atto particolarmente importante in un momento nel quale c’è qualcuno che si propone di inserire muri e steccati» ha detto invece il consigliere Fadda.

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!