domenica 29 marzo 2020, Aggiornato alle 6:10
Home > CRONACA REGIONALE > 28enne di Porto Torres ricoverata per sospetto contagio da coronavirus

28enne di Porto Torres ricoverata per sospetto contagio da coronavirus

L’assessore Nieddu dichiara: «Sardegna pronta a isolare 110mila persone»

Una giovane  28enne di Porto Torres è stata ricoverata questa sera all’ospedale di Sassari per un sospetto contagio da Coronavirus. Da quanto si apprende la ragazza con sintomi febbrili,  è figlia di un operaio che lavora in una dalle zone rosse del Lodigiano: arrivato qualche giorno fa in Sardegna non ha manifestato alcun segno evidente che potesse essere collegato al virus anche se è stato accertato che le persone asintomatiche possono trasmette comunque la malattia.

La 28enne in buone condizioni è stata ricoverata secondo il protocollo imposto dal Ministero della Salute.

La paziente è stata trasportata all’ospedale di Sassari nella classica barella a biocontenimento:  ora verranno fatti tutti gli accertamenti, nella speranza che anche in questo caso risultino negativi.

Proprio oggi, l’assessore della Sanità Mario Nieddu, riferendo in Consiglio regionale sulle misure da mettere in campo contro la diffusione del coronavirus ha dichiarato: «nel caso in cui fosse necessario mettere in quarantena un grande numero di persone la Regione Sardegna ha previsto un piano operativo che consentirebbe di isolare 110mila persone”.

Dopo aver premesso nell’Isola non è stato certificato alcun caso positivo al virus, l’esponente della Giunta Solinas ha spiegato che sino ad ora nella zona meridionale dell’Isola «ci sono stati 10 falsi allarmi, 11 persone alle quali è stata fatta la prova del tampone e nove in sorveglianza attiva (isolamento fiduciario)».

Nella zona settentrionale: cinque falsi allarmi, 12 tamponi eseguiti e 35 persone in sorveglianza attiva. Quanto ai dispositivi di prevenzione, Nieddu ha parlato di «24mila mascherine, 16mila camici e 66mila calzari». L’assessore ha ricordato che negli ospedali dell’Isola sono presenti sette camere a pressione negativa: tre al Santissima Trinità di Cagliari, due a Sassari e due a Nuoro

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento