mercoledì 20 novembre 2019, Aggiornato alle 19:19
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Nuoro: trattative in corso per la parte in decadenza di “casa Satta”

Nuoro: trattative in corso per la parte in decadenza di “casa Satta”

Sebastian Cocco (foto S.Novellu)
Sebastian Cocco (foto S.Novellu)

 

Ci sarebbe un progetto da parte del Comune di Nuoro per restaurare una parte dell’abitazione dello scrittore nuorese Salvatore Satta, struttura che veniva utilizzata come locale di servizio (APPROFONDISCI).

Sebastian Cocco, assessore comunale alla Cultura, si pronuncia sulla vicenda e spiega: «Il seminario vescovile di Nuoro è il beneficiario del testamento che Filippo Satta Galfrè, fratello maggiore di Satta, il quale, in punto di morte, aveva redatto il proprio testamento con una precisa indicazione: la casa avrebbe dovuto essere un alloggio per ragazze madri. Attualmente ospita ragazze con problemi psichici.

Già dal 2017, con Progetto Uomo, abbiamo vinto un progetto con la Fondazione di Sardegna per procedere a un parziale restauro del cortile di casa Satta, tra i luoghi del Giorno del giudizio, e utilizzarlo per fare delle letture, cosa che è stata fatta sia nel 2017 che l’estate scorsa. Il cortile va utilizzato, comunque, nella tutela della privacy delle ragazze che risiedono nella struttura. Indubbiamente si tratta di un bene identitario perciò, a breve, mi incontrerò con Don Luciano Monni, Responsabile del seminario vescovile di Nuoro per arricchire il progetto “Casa Satta bene comune” e presentarlo alla Regione chiedendo o di acquistare il bene o di finanziarne integralmente il restauro, diversamente si rischia la demolizione».

«Il rudere non è la casa natale di Satta – spiega Salvatore Pinna, studioso appassionato delle vicende, dei luoghi e dei personaggi della Nuoro di un tempo – ma fa parte ugualmente del plesso abitativo e si tratta di un bene che merita di essere preservato».

 

 

 

2 Responses

  1. tonino frogheri

    DOPO “L’AUTOREVOLE” NULLA OSTA DELL’ ESPERTO RICERCATORE FINALMENTE SI PUò PROCEDERE………………..vedremo presto se trattasi di chiacchiere e distintivi o realtà………………….

  2. Salvatore Pinna

    Caro Tonino, potresti sempre pensare a un bel murale, magari raffigurante Salvatore Satta in versione Mazinga Z, così lo recuperiamo come si è fatto con casa Martoni.

    Firmato “l’esperto ricercatore”.

Lascia un commento