domenica 25 agosto 2019, Aggiornato alle 16:01
Home > DALL'ITALIA E DAL MONDO > Governo. Mozione di sfiducia a Conte. Salvini agli italiani: datemi pieni poteri

Governo. Mozione di sfiducia a Conte. Salvini agli italiani: datemi pieni poteri

Il presidente del consigli Giuseppe Conte
Il presidente del consigli Giuseppe Conte

La Lega ha depositato in Senato la mozione di sfiducia al premier, Giuseppe Conte, a prima firma del capogruppo Massimiliano Romeo, chiedendo nel contempo di convocare la conferenza dei capigruppo per metterla ai voti “al più presto'”.

“Troppi no (da ultimo il clamoroso e incredibile no alla TAV) fanno male all’Italia che invece ha bisogno di tornare a crescere e quindi di andare a votare in fretta. Chi perde tempo vuole solo salvare la poltrona – ha scritto su Twitter Matteo Salvini, che pubblica un video che lo ritrae commosso al comizio di Pescara. Per qualcuno prima la poltrona, per noi prima gli italiani. No inciuci! No governi tecnici! No giochini di palazzo! L’Italia dei Sì non aspetta, la parola subito al Popolo!”.

“Spero che Conte non pensi a un altro governo come premier, diverso da questo. Ci siamo sempre detti che dopo questo governo ci sarebbero state solo le elezioni. Un governo Pd-Di Maio sarebbe orribile” ha sottolineato Salvini aggiungendo: “Dimettermi da ministro se mi candido premier? Una cosa alla volta. Intanto assicuriamoci di andare a votare, che sento un’aria strana in giro…”

“Se si vota a fine ottobre, Salvini farà la campagna elettorale continuando a dire cose che non stanno in cielo e in terra. Nelle ultime 4-5 settimane Tria, Conte, Di Maio, Salvini sui conti e su come affrontare la manovra detto 4 cose diverse. Hanno preso atto che non c’è una politica da proporre agli italiani e scappano”. Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha commentato alla notizia.

Sono ore di tensione altissima nel governo con la situazione che sembra precipitare, scambi di accuse tra gli alleati della maggioranza e la Lega che evoca esplicitamente le elezioni. Nel pomeriggio di ieri c’era stato un vertice a Palazzo Chigi tra il premier, Giuseppe Conte, e il vicepremier Matteo Salvini.

Conte a Salvini: ‘In Aula dovrà spiegare le ragioni della crisi'”Andiamo subito in Parlamento per prendere atto che non c’è più una maggioranza, come evidente dal voto sulla Tav, e restituiamo velocemente la parola agli elettori”, aveva scritto in una nota Salvini. “Inutile andare avanti a colpi di NO e di litigi, come nelle ultime settimane, gli Italiani hanno bisogno di certezze e di un governo che faccia, non di “Signor No. Non vogliamo poltrone o ministri in più, non vogliamo rimpasti o governi tecnici: dopo questo governo (che ha fatto tante cose buone) ci sono solo le elezioni”.

Nel M5s cresce l’insofferenza per la il Carroccio. Luigi Di Maio: ‘La Lega ha preso in giro il Paese; votare subito taglio parlamentari, poi le elezioni’.  “Una cosa è certa: quando prendi in giro il Paese e i cittadini prima o poi ti torna contro. Prima o poi ne paghi le conseguenze”, sottolinea Di Maio.

Per il vicepremier Luigi Di Maio “c’è una riforma a settembre, fondamentale, che riguarda il taglio definitivo di 345 parlamentari. E’ una riforma epocale, tagliamo 345 poltrone e mandiamo a casa 345 vecchi politicanti. Se riapriamo le Camere per la parlamentarizzazione, a questo punto cogliamo l’opportunità di anticipare anche il voto di questa riforma, votiamola subito e poi ridiamo la parola agli italiani. Il mio è un appello a tutte le forze politiche in Parlamento: votiamo il taglio di 345 poltrone e poi voto”.

“Con la mossa di Salvini, l’Italia probabilmente perderà importante Commissario europeo alla concorrenza che avrebbe sostenuto il sistema Italia e le nostre imprese in Europa. Non si è mai visto un partito che prende il 34% alle elezioni europee e si condanna in questo modo all’irrilevanza internazionale. Nemmeno Renzi riuscì in tale impresa. Salvini e la Lega stanno danzando sulla pelle degli italiani, complimenti”. Così in una nota il Movimento 5 Stelle Europa definendo un “autogol” la mossa del leader leghista.

Conte giovedì mattina ha visto il Capo dello Stato. Si è trattato di un colloquio informativo per fare il punto della situazione. Non si è quindi parlato di apertura di crisi e tanto meno di dimissioni del premier.

“Questo politicante di professione manda tutto all’aria per pagare cambiali a parlamentari terrorizzati dal taglio delle poltrone o agli amici del “suocero” Verdini che se la fanno sotto per la riforma della prescrizione che entrerebbe a breve in vigore – ha scritto Alessandro di Battista in un post su fb -. Il bello è che dirà in Parlamento che non si possono fare queste cose perché quelli del 5 Stelle lo trattano male poro amore. Spettacolo da vomito di chi si è mascherato da protettore del Popolo ma che è schiavo del sistema”.

La Borsa di Milano peggiora con il Ftse Mib che cede il 2,4% a 20.342 punti. Lo spread tra Btp e Bund sale e si attesta a 233 punti con il rendimento del decennale italiano all’1,75%. Colano a picco le banche.

 

Lascia un commento