lunedì 15 luglio 2019, Aggiornato alle 19:51
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > “Pasqua Sicura”. Controlli a tappeto nel Nuorese: 4 arresti e 23 denunce

“Pasqua Sicura”. Controlli a tappeto nel Nuorese: 4 arresti e 23 denunce

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

In questo lungo weekend di festività caratterizzato dal tempo non proprio idilliaco, è scattata  l’operazione su tutto il Nuorese “Pasqua Sicura”.

In particolare I militari della Compagnia Carabinieri di Jerzu durante un controllo a due pregiudicati hanno rinvenuto un cospicuo quantità di stupefacente e di denaro contante, un coltello a serramanico, il tutto sottoposto sotto sequestro.

Droga, coltello e soldi sequestrati

Complessivamente il Comando Provinciale dei Carabinieri di Nuoro ha implementato i controlli con i posti di blocco assicurando un dinamico e capillare presidio su tutta la provincia.

Particolare attenzione è stata riposta alle principali arterie stradali, considerato il notevole incremento della circolazione, ma anche agli esercizi commerciali rimasti aperti, ai luoghi di culto nonché ai soggetti sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza.

Complessivamente sono stati attuati oltre 800 servizi di pattuglia e perlustrazione che hanno visto in campo ben 1.600 Carabinieri impegnati nei piccoli e medi centri così come nelle aree rurali 3.000 le persone controllate, a bordo di circa 1.870 veicoli, delle quali 4 arrestate, 23 deferite in stato di libertà e 4 segnalate quali assuntori di stupefacenti.

Sono quasi 50 le sanzioni contestate per un’ammontare di quasi 5mila euro per violazioni alle norme del Codice della Strada.

 In alcuni casi con ritiro di patenti e sequestro amministrativo di veicoli che hanno riguardato, dopo i festeggiamenti, le guide in stato di alterazione psicofisica: con un tasso alcoolemico superiore al doppio del limite consentito.

Non è mancata in questi giorni anche una costante opera di assistenza agli utenti della strada e non solo, da parte dei Carabinieri, in occasione delle eccezionali avversità atmosferiche in alcune aree della provincia.

Infine un pluripregiudicato, sottoposto a misura della detenzione domiciliare, è denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per evasione perché sorpreso lontano dalla propria abitazione senza un giustificato motivo.

Lascia un commento