Nuoro. L’ITC Salvatore Satta apre le porte all’Europa con l’Erasmus Plus

Sonia

Nuoro. L’ITC Salvatore Satta apre le porte all’Europa con l’Erasmus Plus

mercoledì 07 Febbraio 2018 - 06:30
Nuoro. L’ITC Salvatore Satta apre le porte all’Europa con l’Erasmus Plus

Gli studenti dell'Istituto tecnico Salvatore Satta insieme ai loro ospiti

Stimolare la crescita delle competenze professionali, mediante il confronto e la sperimentazione di pratiche educative, innovative è l’obiettivo del progetto “Erasmus Plus – Flying with the wings of mytology through time and space“, che coinvolge l’Istituto tecnico commerciale Salvatore Satta di Nuoro, insieme agli studenti di altri 6 stati europei, provenienti da Grecia, Islanda, Finlandia, Lettonia, Polonia, Spagna.

Usando come filo  conduttore la mitologia e il folklore di tutti i paesi coinvolti, nell’arco di due anni scolastici sono previsti 7 viaggi alla scoperta dei rispettivi paesi.

Andata in archivio la prima uscita, svoltasi a ottobre in Islanda con la sola partecipazione dei docenti, si sta svolgendo a Nuoro il secondo incontro (dal 6 al 10 febbraio), che coinvolge gli studenti del tecnico Satta inseriti nell’Erasmus team. Gli ospiti stranieri stanno partecipando a visite guidate in lingua inglese nei musei di Nuoro e provincia. In programma anche alcuni tour nei siti archeologici legati alle leggende e alla mitologia isolana. Non mancherà anche la partecipazione al carnevale di Lula, che evidenzia forti affinità con i riti dionisiaci.

Sono previsti anche momenti di tipo creativo e sportivo, come il laboratorio per la riproduzione dei celebri bronzetti nuragici e la gara denominata “Il labirinto del Minotauro”, che seguirà a una breve lezione introduttiva a cura di una docente greca.

Insieme agli alunni diversamente abili e agli studenti delle classi prime e seconde, terze e quarte del tecnico Satta, le attività coinvolgono anche due classi della scuola media n. 4 di Nuoro e un artigiano locale.

Soddisfazione per l’iniziativa da parte dei docenti Daniela Zempt, Lorella Cannas e Monica Murgia, facenti capo al tecnico Satta e inseriti nel team Erasmus Plus.

«Questo progetto è stato accolto con estremo entusiasmo dagli studenti del tecnico Satta – sottolineano i docenti di riferimento – persino da quelli che evidenziavano un interesse contenuto nei confronti della lingua inglese. Tutti si stanno dimostrando molto determinati, responsabili e soprattutto desiderosi di migliorarsi. Con entusiasmo hanno lavorato alacremente, collaborando tra loro per potersi confrontare in modo proficuo con i loro partner europei. In un momento in cui Nuoro si candida come capitale della cultura 2020, una delle scuole cittadine si apre al confronto con altre realtà europee sulle proprie tradizioni e radici con la speranza di sentirci nuovamente l’Atene Sarda».

Gli studenti del tecnico Satta hanno la possibilità di approfondire la conoscenza con i ragazzi stranieri anche a casa. Sono le loro famiglie, infatti, ad alloggiare gli ospiti durante la loro permanenza a Nuoro.

I prossimi incontri si terranno in Grecia, Lettonia e Finlandia, mentre Polonia e Spagna accoglieranno i soli docenti, rispettivamente a maggio 2018 e giugno 2019, per una valutazione intermedia dell’andamento del progetto e per la stesura della relazione finale da inviare alla Commissione europea e rispettive Agenzie nazionali.

© Tutti i diritti riservati

Sostieni l'informazione libera e indipendente di Cronache Nuoresi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta