martedì 26 gennaio 2021, Aggiornato alle 19:12
Home > CRONACA > Omicidio di Arzana: domani una fiaccolata dei bambini delle elementari

Omicidio di Arzana: domani una fiaccolata dei bambini delle elementari

Arzana. RIS al lavoro sul luogo dell'omicidio di Pietro Fragata
Arzana. RIS al lavoro sul luogo dell'omicidio di Pietro Fragata

Il paese si mobilita contro la violenza. Il Sindaco: «l’unica via è il perdono»

I bambini delle scuole elementari di Arzana daranno vita domani a un corteo che partirà alle 11 dal caseggiato scolastico e si snoderà per le vie del paese fino a raggiungere la casa di Pietro Roberto Fragata, il tabaccaio di 46 anni ucciso sabato scorso.

Una manifestazione promossa dalla scuola e appoggiata dal sindaco Marco Melis per dire «Basta alla violenza. È stato ammazzato un padre di famiglia che dopo essere rientrato dal carcere nel settembre scorso, voleva reinserirsi nella nostra comunità – ha spiegato il primo cittadino. C’è molta tristezza in paese per questo nuovo fatto di sangue ed è per respingere la violenza che domani il mondo della scuola darà vita ad un corteo di pace, un’azione condivisa ed appoggiata anche da noi come amministrazione comunale. L’unica strada che abbiamo davanti è il perdono. Dobbiamo guardare al futuro, in particolare dei nostri giovani».

Pietro-FragataNel frattempo, è ancora in corso nell’ospedale di Lanusei l’autopsia sul corpo della vittima. Sara l’anatomopatologo Roberto Marcialis a dare la certezza sulla dinamica dell’esecuzione. Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri della Compagnia di Lanusei, guidati dal Capitano Claudio Paparella, che indagano nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore di Lanusei Luisa D’Innella, Fragata sarebbe stato raggiunto da cinque colpi di fucile calibro 12, l’ultimo, il colpo di grazia, in pieno volto.

Erano circa le 7.30 e l’uomo stava percorrendo in auto la salita di via Marco Polo per andare ad aprire la tabaccheria. I sicari, dunque, sono entrati in azione in pieno giorno e all’indomani del blitz del Ros e dei Cacciatori di Sardegna alla ricerca del superlatitante Attilio Cubeddu, alla macchia dal 1998. Quasi una sfida allo Stato.

Gli inquirenti scavano nel passato di Fragata, arrestato nel 2008 per la rapina in un supermercato a Perugia (insieme alla banda dei sardi capeggiata dal superlatitante di Arzana Raffaele Arzu), culminata con il ferimento di due persone.

Per questo fatto il tabaccaio era stato condannato a 15 anni: dal carcere era uscito nel settembre scorso per passare all’affidamento in prova.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI