Villacidro: giornalista aggredito durante un un'intervista sul caro TARI

Sonia

Villacidro: giornalista aggredito durante un un'intervista sul caro TARI

venerdì 30 Gennaio 2015 - 11:45
Villacidro: giornalista aggredito durante un un'intervista sul caro TARI

Informazione

Informazione

Informazione

Solidarietà dal presidente dell’Ordine dei giornalisti

Il freelance e fotoreporter Gianluigi Deidda è rimasto vittima di due gravi episodi durante un’assemblea pubblica, al consorzio industriale di Villacidro, che doveva discutere dello scottante caso dei progetti di ampliamento e dei costi per lo smaltimento dei rifiuti urbani.

Sul fatto è stata espressa solidarietà dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna, Filippo Peretti.

Deidda, che chiedeva un’intervista televisiva al presidente di Villaservice per chiarimenti sul bilancio della società a partecipazione pubblica, «si è visto respingere la richiesta con un colpo che ha fatto cadere a terra il microfono (danneggiandolo) e subito dopo – ha spiegato Peretti – è stato colpito e pare minacciato da una persona, che sembra avere un rapporto di lavoro per via interinale con Villaservice: il tempestivo intervento dei carabinieri, che hanno bloccato e identificato l’aggressore, ha evitato che la situazione degenerasse».

Nell’affermare che quanto accaduto “è assolutamente inaccettabile” e “del tutto contrario ai rapporti di civile convivenza in una società democratica”, il presidente dell’Odg della Sardegna ha difeso «il diritto-dovere di cronaca e di critica che i giornalisti devono esercitare per la ricerca della verità e nell’interesse esclusivo dei cittadini i quali, nel caso specifico di Villacidro, da tempo chiedono chiarezza sull’importazione dei rifiuti da smaltire e sul caro bollette».

Peretti ha comunque preso atto che il presidente di Villaservice, in una successiva dichiarazione, ha manifestato la disponibilità ad avere un rapporto con la stampa per fornire i chiarimenti richiesti. Il presidente dell’Ordine «nel ringraziare i Carabinieri per il loro intervento e i cittadini che pubblicamente hanno espresso solidarietà al giornalista Deidda», ha rivolto un appello a tutte le istituzioni pubbliche, a iniziare dall’amministrazione comunale, e alle forze politiche e sociali perché «secondo la nobile tradizione di Villacidro, sia in futuro scongiurato qualsiasi fenomeno di intolleranza».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta