venerdì 7 agosto 2020, Aggiornato alle 22:40
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Abbanoa: sbloccati i primi 3, 3 milioni di euro per interventi nei Comuni

Abbanoa: sbloccati i primi 3, 3 milioni di euro per interventi nei Comuni

images

Progetti Pilota nei quali i Comuni potranno gestire alcuni interventi delle reti idriche e fognarie

Una razionalizzazione degli appalti per opere importanti al servizio delle comunità: è questo l’obbiettivo degli accordi siglati tra la gestione commissariale straordinaria per la regolazione del servizio idrico integrato della Sardegna (ex Ato), Abbanoa e alcuni Comuni della Sardegna: Baunei, Santadi e Aglientu.

 Si tratta di progetti pilota che saranno valutati anche per altre amministrazioni locali. I Comuni potranno gestire alcuni interventi nelle reti idriche e fognarie dei propri territori, occupandosi dell’iter di realizzazione, assumendosi direttamente la responsabilità della progettazione, della gara d’appalto e della realizzazione delle opere. “L’ex Ato” manterrà le funzioni di controllo e garantirà la certezza dei tempi di erogazione delle risorse mentre Abbanoa supervisionerà le procedure e, una volta completate le opere previste nell’intervento, le prenderà in gestione e le metterà in esercizio. In questo modo i tempi e i passaggi burocratici saranno notevolmente inferiori rispetto al normale iter.

 Cambia quindi completamente l’approccio nei confronti della gestione degli interventi meno complessi che riguardano un singolo territorio comunale e non opere di valenza sovracomunale. Non saranno più “centralizzati” in un’unica struttura, ma avranno una gestione diffusa e sotto la diretta responsabilità delle comunità locali e velocizzando la spendita di risorse, dando impulso all’economia dei territori. Abbanoa potrà concentrare le proprie risorse sulle opere di maggiore complessità e di valenza sovracomunale.

 «Questi accordi con i Comuni rappresentano una prima leva da azionare per imprimere un’accelerazione agli interventi nei singoli territori”, spiega l’amministratore unico di Abbanoa Alessandro Ramazzotti. “all’interno di un  Progetto Cantieri che andremo presto a definire per dare attuazione ad un ambizioso piano d’investimenti atteso dalla Sardegna ed indispensabile per superare le annose condizioni di criticità in cui si trovano le infrastrutture del Servizio idrico integrato».

I primi interventi con questa nuova procedura riguarderanno i comuni di Santadi, Aglientu e Baunei e questa fase servirà per valutare se il modello potrà essere utilizzato anche con gli altri Comuni della Sardegna. Altre 25 opere potranno seguire lo stesso iter per un investimento complessivo di circa dieci milioni di euro.

 Sono disponibili ottocentomila euro per rifare la condotta colabrodo di Santadi: Il commissario straordinario dell’ex Autorità d’Ambito Alessandro Bianchi, l’amministratore unico di Abbanoa Alessandro Ramazzotti e il vicesindaco di Santadi Marco Murgia hanno siglato una convenzione che riguarda la sostituzione  dell’acquedotto che alimenta il centro del Basso Sulcis. Soltanto quest’estate si sono verificate cinque rotture che hanno causato disagi  e costretto a procedere a chiusure notturne dell’erogazione. Le squadre di Abbanoa hanno sempre garantito un intervento puntuale di riparazione, ma era ormai evidente la necessità di sostituire l’intero tratto di condotta in località Pani e Loriga. Grazie al finanziamento di mezzo milione di euro sarà completata la rete fognaria del Comune dell’alta Ogliastra. La convenzione è stata sottoscritta sempre dal commissario straordinario dell’ex Autorità d’Ambito Alessandro Bianchi e dall’amministratore unico di Abbanoa Alessandro Ramazzotti assieme al sindaco di Baunei Salvatore Corrias. Infine, con due milioni di euro si procederà all’adeguamento dello schema fognario depurativo nel Comune di Aglientu. Oltre che Bianchi e Ramazzotti, la convenzione è stata sottoscritta dal sindaco del Comune della Gallura Antonio Tirotto.

 

Lascia un commento

error: Content is protected !!