martedì 26 gennaio 2021, Aggiornato alle 19:12
Home > CRONACA > Tortolì: scoperta piantagione di oltre 1000 piante di marijuana

Tortolì: scoperta piantagione di oltre 1000 piante di marijuana

Alcune piante della marijuana sequestrata

Alcune piante della marijuana sequestrata

La coltivazione era pattugliata da un presidio armato

Gli agenti della Polizia del Commissariato di Tortolì insieme agli uomini del Corpo Forestale Vigilanza Ambientale di Lanusei, hanno localizzato e provveduto a estirpare una piantagione di oltre 1100 piante di marijuana in loc. Murta Ludu ai confini tra l’agro di Ilbono e quello di Loceri.

La scoperta una coltivazione di Cannabis Indica è avvenuta in seguito a un incendio divampato nell’area (le cui indagini sono tuttora in corso da parte del Nucleo Investigativo Polizia Ambientale e Forestale di Lanusei), nel corso del quale gli agenti hanno iniziato un servizio di monitoraggio e appostamento interrotti.

La piantagione poteva contare su un organizzazione che prevedeva, tra le altre cose, anche il pattugliamento armato, caratteristica sconosciuta fino a ora in Ogliastra: l’area coltivata era presidiata da tre punti di osservazione dai quali si poteva scrutare tutta la vallata sottostante. Accanto alle tre zone vedetta inoltre, era organizzata una vera e propria base fornita di armi e proiettili.

In un materasso usato come giaciglio è stato rinvenuto un fucile da caccia semiautomatico calibro 12 e diverse munizioni. La base inoltre era fornita di frigorifero, cucina a gas, dispensa con alimenti freschi e doccia. Chi sorvegliava la piantagione era solito persino fare il bucato. La base era  alimentata con fili elettrici  lunghi diversi chilometri che “prelevavano” l’energia dai pali della rete elttrica, dalle batterie d’auto e perfino dai pannelli fotovoltaici.

Le piante erano  rigogliose e alte oltre 2 metri ciascuna. Una volta essiccata, per la qualità e la concentrazione di principio attivo, la marijuana sarebbe stata collocata sul mercato con ricavi per circa 1 milione di euro. Saranno gli esami strumentali effettuati dal Laboratorio di analisi chimiche della Polizia Scientifica a accertare le caratteristiche del principio attivo già stimato come di eccellente qualità.

Lascia un commento

error:
× CONTATTACI