martedì 11 dicembre 2018, Aggiornato alle 22:41
Home > CRONACA REGIONALE > Sanità. Chiude la Chirurgia plastica e il Centro Ustioni del Brotzu: i pazienti rimarranno senza assistenza

Sanità. Chiude la Chirurgia plastica e il Centro Ustioni del Brotzu: i pazienti rimarranno senza assistenza

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Il reparto di Chirurgia complessa ustionati Brotzu
Il reparto di Chirurgia complessa ustionati Brotzu

 

La scure dei tagli alla Sanità regionale non si abbatte solo nel Nord e nel Centro Sardegna ma anche su Cagliari e Provincia.

Questa volta le vittime prescelte sono i tanti pazienti della struttura complessa “Chirurgia Plastica e Centro Ustioni dell’Ospedale G. Brotzu”  che dal primo agosto chiuderà i battenti per essere trasferita al Policlinico Universitario di Monserrato.

Una scelta che invaliderà la cura e l’assistenza per tanti ustionati del Sud dell’isola e non solo. Per tale motivo i pazienti si sono costituiti in un comitato spontaneo, redatta una petizione e inviata una lettera con la quale fanno un formale appello alle Istituzioni competenti per bloccare il trasferimento.

La decisione votata con delibera regionale num. 34/16 del 12/07/2017, determinerà:«la chiusura di un’eccellenza della Sanità Sarda mentre si predisporrà una nuova struttura che non consentirà l’assistenza delle patologie specialistiche della Chirurgia Plastica Ricostruttiva trattate finora in questo reparto, con una grande casistica. Inoltre, essendo questo il Centro di riferimento per il Sud Sardegna, si verificherà anche l’interruzione delle cure per gli ustionati, che non verranno presi in carico al Policlinico» affermano i pazienti e proseguono: «da parecchi mesi denunciamo questa situazione di illegittimità  perché la delibera num. 34/16 è in contraddizione con la riforma della Rete Ospedaliera approvata il 25/10/2017, la quale, classificando l’Ospedale Brotzu come Presidio di II° Livello e D.E.A. di II° Livello nonché Hub, impone che al suo interno rimanga tale presidio. È evidente che tale scelta sia finalizzata unicamente a trasferire il posto vacante di primario di Struttura Complessa di Chirurgia Plastica e Centro Ustioni dall’Ospedale Brotzu al Policlinico Universitario. Questa è la vera realtà  delle cose con la quale si sta calpestando il diritto alla salute di noi pazienti».

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento