sabato 20 ottobre 2018, Aggiornato alle 17:00
Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > Cultura sarda in lutto: è morto Paolo Pillonca
Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.
Il giornalista Paolo Pillonca
Il giornalista Paolo Pillonca

 

Cultura sarda in lutto: è morto la scorsa notte, all’età di 75 anni, Paolo Pillonca, giornalista, scrittore e grande appassionato ed esperto di tradizioni dell’isola.

L’intellettuale sardo, originario di Osilo, si è spento all’ospedale Brotzu dove era ricoverato a seguito di una grave malattia. Laureato in Lettere classiche all’Università di Cagliari, Pillonca ha insegnato alle medie e allo scientifico di Seui ed è stato docente all’Università di Sassari.

Ha lavorato per il quotidiano L’Unione Sarda ed è stato anche direttore dell’ufficio stampa della presidenza della Giunta regionale. Negli anni Ottanta ha curato per Radio Ortobene la rubrica “Una poesia al giorno”, punto di riferimento per gli appassionati di lingua sarda. E si è dedicato in particolare alla poesia improvvisata. Ha scritto in limba Caddos (1995 con Barore Ligios), Chent’annos (1996), Laras (2000), il romanzo Antonandria (2006) e diverse canzoni per Piero Marras, i tenores Santa Sarbana di Silanos, Franco Madau, Anna Maria Puggioni e Maria Giovanna Cherchi.

“Ci lascia un grande rappresentante della cultura sarda – commenta Franco Siddi, consigliere di amministrazione della Rai e suo amico di lunga data – un uomo dalla grande umanità, per me un fratello maggiore. Una persona pacata, non sprecava mai le parole. Si è battuto tanto per la lingua sarda e mi piace ricordarlo per essere stato lui a commentare alla Rai la prima messa celebrata in sardo e trasmessa dal servizio pubblico”.

Lascia un commento