martedì 14 agosto 2018, Aggiornato alle 21:47
Home > CRONACA REGIONALE > Diritto all’informazione. Resta “l’editto” contro Olbia.it: esclusa dalle notizie istituzionali

Diritto all’informazione. Resta “l’editto” contro Olbia.it: esclusa dalle notizie istituzionali

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

 “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”

Questi sono i due primi commi dell’articolo 21 della Costituzione Italiana, che, nell’ultimo periodo sono stati brutalmente violati dall’Amministrazione comunale di Olbia e dalla Procura della Repubblica di Olbia-Tempio.

L’ordine dei giornalisti della Sardegna  e l’Associazione della Stampa sarda esprimono profondo allarme per i due episodi recenti che hanno colpito gli organi d’informazione Olbia.It Nuova Sardegna.

Il Comune di Olbia, infatti mantiene l’editto contro la testata giornalistica online che continuerà ad essere esclusa dalla mailing list per la comunicazione istituzionale dell’amministrazione. Il Consiglio comunale, infatti, ha votato a maggioranza la conferma di questa scelta, respingendo la mozione presentata dall’opposizione che chiedeva il reintegro della testata on line nell’indirizzario informatico.

La settimana scorsa invece la Magistratura ha disposto una perquisizione contro una collega della redazione del giornale Sassarese “colpevole solo di aver fatto il proprio lavoro – osservano – Ordine e Associazione che  non lasceranno soli i colleghi vittime di azioni inaccettabili, né dimenticano il dramma dei giornalisti e dei tecnici privati del salario dall’agonia di Cinquestelle Sardegna”.

Odg e Assostampa hanno convocato un’assemblea di tutti i lavoratori dell’informazione a Olbia martedì 10 aprile, alle 10,30, nella sala convegni del Blu Marine di via Capo Verde alla presenza del presidente nazionale del sindacato dei giornalisti, la Fnsi, Giuseppe Giulietti.

Lascia un commento