Home > CRONACA, POLITICA E ATTUALITÀ > PD. Duro attacco dell’opposizione al Sindaco Soddu: “atteggiamento contraddittorio nei confronti della città”

PD. Duro attacco dell’opposizione al Sindaco Soddu: “atteggiamento contraddittorio nei confronti della città”

Tore Sulas, Alessandro Bianchi, Leonardo Moro e Gian Pietro Gusai
Tore Sulas, Alessandro Bianchi, Leonardo Moro e Gian Pietro Gusai

Nella conferenza stampa di inizio anno il gruppo consiliare del PD analizza i due anni di governo della Giunta Soddu

Duro attacco dei consiglieri comunali del PD Leonardo Moro, Alessandro Bianchi, Tore Sulas e di Gian Pietro Gusai (Partito dei Sardi- Centro Democratico) nei confronti del Sindaco di Nuoro Andrea Soddu e della sua giunta.

Soddu, nel cosiddetto “giro di boa” stila il bilancio di fine anno suscitando polemiche nell’opposizione che nell’ambito di una conferenza stampa denuncia ritardi e pericolosi ripensamenti nel completamento delle opere  finanziate, avviate e semi completate dalle precedenti amministrazioni, oltre che un atteggiamento contraddittorio che si manifesta bellicoso a Nuoro e servizievole a Cagliari: «i nostri amministratori si recano in Regione con il cappello in mano appresso a consiglieri, assessori e funzionari» dicono.

«La rete MAN, i lavori al Tribu sono stati finanziati e realizzati all’80% dalla giunta precedente», spiegano i consiglieri della minoranza aggiungendo che per quanto riguarda la gestione del secondo museo: «si evince un gravissimo ritardo nella riapertura con una gestione artistica delegata al MAN».

Moro, Bianchi, Sulas e Gusai non risparmiano puntigli anche sulla Caserma di Pratosardo cavallo di battaglia dell’attuale amministrazione: «realizzata al 85 % dalla giunta precedente (si possono controllare gli stati d’avanzamento dell’impresa) pur di prendersi qualche merito si adducono intoppi inesistenti» affermano, evidenziano anche gravi ritardi  nel completamento delle opere del Quartiere di Sa’ e Sulis, nella scuola media numero 1, nel piano denominato IScol@ e nella Pedemontana.

«Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti- evidenzia Moro- la  gara d’appalto bandita dalla precedente amministrazione, è stata bloccata colpevolmente da questa giunta, con conseguente ennesima proroga del servizio con provvedimenti illegittimi, crollo della raccolta differenziata al di sotto del 60% e perdita delle premialità. In merito all’argomento faremo ulteriori passi in altre sedi».

Infine la minoranza evidenzia il flop di Soddu sull’attività culturale cittadina, che da sempre attrae turisti da tutta L’Isola e non solo.

«Non si parla del decadimento della sagra del Redentore ridotta a festa locale senza ormai alcuno spirito internazionale e identitario e non viene citato il fallimentare “anno deleddiano” caratterizzato da convegni deserti e spettacolini estivi condito dalla polemica sulla statua di Grazia. Insomma un’altra occasione di valorizzazione culturale della nostra città persa colpevolmente».

La minoranza si interroga anche sulla  Biblioteca Satta: «il 2016 è trascorso senza mettere un centesimo, vorremo sapere cosa fa il Comune dopo le dimissioni della commissaria Mulas», sul Palazzetto dello Sport dopo la perdita del finanziamento di 9 mln di euro, sul Campus universitario e il Museo dell’identità.

«Il Sindaco si sforza di definire lo spazio dell’ex Artiglieria in tutti i modi pur di non usare la parola Campus, ora scopriamo che nella struttura verrebbero ospitati gli alloggi degli studenti e una cittadella sportiva. Non si parla dei ritardi nel recupero dell’Anfiteatro De André e della galleria di Mughina, non si parla di sistema museale, unica realtà capace di risollevare le sorti del nostro tessuto socio economico, infine la nostra attenzione non può che rivolgersi allo slogan ad effetto, sul caro e amato Ortobene, dove scopriamo della fantomatica priorità di una pista ciclabile al Monte che invece versa nel più totale abbandono in quanto mancano i più elementari servizi».

«Ci si occupa dei problemi quando è ormai tardi vedi il caso Project Financing, taglio alle ferrovie, base elisoccorso», concludono i consiglieri dell’opposizione che sottolineano come Soddu e la sua giunta «governano senza una visione strategica in balia dell’inesperienza e dell’improvvisazione».

© Tutti i diritti riservati

 

Lascia un commento

*