sabato 8 agosto 2020, Aggiornato alle 16:27
Home > SPORT > Nuorese: con il pareggio di domenica scorsa eguagliato lo score della passata stagione

Nuorese: con il pareggio di domenica scorsa eguagliato lo score della passata stagione

La Nuorese sensibilizzano per la donazione degli organi
La Nuorese sensibilizzano per la donazione degli organi

Per la squadra sono alle porte gli ultimi impegni stagionali…

La Nuorese fa 48 e raggiunge se stessa. I verdeazzurri con il pareggio di domenica scorsa contro il Castiadas dell’ex Bernardo Mereu eguagliano lo score della scorsa stagione, 48 punti in classifica, con ancora tre gare da disputare.

Al netto di un pizzico di rimpianto per quei playoff ormai sfumati, è certamente un risultato importante quello conseguito dalla società del presidente Michele Artedino che quest’anno ha deciso di puntare maggiormente sui giovani con un occhio attento al budget. In una serie D dove a farla da padrona sono squadroni costruiti con ingaggi professionistici e nobili decadute in cerca di riscatto, l’attuale ottavo posto dei verdeazzurri è certamente un grande risultato e un ulteriore step di crescita per la società.

Il sodalizio di via Aosta inoltre, si è distinto anche in questa stagione per le iniziative di solidarietà: la gara con il Castiadas è stata l’occasione per sensibilizzare i tifosi, e l’opinione pubblica in generale, sul tema della donazione degli organi, ospiti graditi della Nuorese Calcio, l’associazione Prometeo guidata la presidente Luigi Bellu.

 

C’è stata anche la partita, una gara che ha vissuto di lampi di bel gioco in mezzo a tanto tatticismo e voglia di non prenderle, lo 0-0 alla fine accontenta tutti, con la Nuorese che esce imbattuta e il Castiadas che ottiene un punto prezioso in chiave salvezza. L’avvio di gara lasciava presagire a un pomeriggio divertente: i primi pericoli li creano gli ospiti e portano la firma di D’Alamo, che mette fuori da buona posizione, e Anedda, che innescato dall’ex Cagliari Emiliano Melis, spedisce la sfera sull’esterno della rete.

La reazione della Nuorese è veemente e Soumarè, il migliore dei suoi, potrebbe portare in vantaggio la Nuorese al settimo minuto, la sua conclusione da fuori supera il portiere ospite ma si infrange sul palo.

A quel punto le due squadre si prendono le misure e bisogna attendere 20 minuti per vedere un’altra occasione: è sempre Soumarè a propiziarla, il franco-senegalese lavora un  buon pallone per Verachi che di prima intenzione mette un cross col contagiri verso il secondo palo, Del Sole manca di pochissimo la deviazione sotto porta. Due minuti dopo il Castiadas reclama un rigore per un fallo di mano di Pingitore, per l’arbitro non c’è azione fallosa e concede il corner, sugli sviluppi Caraccio  pareggia il conto dei legni colpendo la parta alta della traversa su invito di Daleno.

 

Nel primo tempo non succede nient’altro di rilevante.

La ripresa di apre con un po’ di nervosismo, il signor Miele di Nola cerca di ristabilire la calma sventolando qualche cartellino giallo, non ci sono occasioni particolari con le due squadre che si annullano a vicenda, Mariotti al 21′ prova a dare maggior incisività ai suoi giocandosi la carta Bezziccheri, sicuramente uno dei più in forma di questo ultimo periodo. Il tempo di registrare un gol annullato a Cappai per fuori gioco che il nuovo entrato si mette in mostra: cross dalla trequarti sinistra di Tupponi e gran botta al volo dell’attaccante scuola Roma che finisce sul fondo.

Reagisce il Castiadas, che al minuto 33 ha la grande occasione per passare: Rais recupera palla e lancia Rossetti in campo aperto, difesa della Nuorese tagliata fuori ma la conclusione del numero 9 ospite è da dimenticare.

Due tentativi di Cadau (36′) e dell’ex Antonio Usai (44′) creano qualche apprensione ai portieri scrivono la parola fine alla partita. Un pareggio accolto con soddisfazione dai due allenatori: da una parte Mariotti rimprovera ai suoi solo l’approccio ma si dice soddisfatto per la buona prestazione della squadra con il solito richiamo a quei playoff sfumati soprattutto per qualche carenza d’organico (in particolare la lunga assenza di Cappai). Dall’altra parte Mereu fa i complimenti a tutto l’ambiente nuorese che ha trovato cresciuto e pronto per nuovi importanti traguardi. Il tecnico ogliastrino è contento per il punto conquistato al Frogheri che muove la classifica del Castiadas che sarà impegnato fino alla fine nella complicata lotta per la salvezza.

Per la Nuorese sono alle porte gli ultimi impegni stagionali: doppia trasferta sui campi di Flaminia e Trastevere prima della chiusura in casa con il già retrocesso Astrea, con l’unico obiettivo di fare meglio della scorsa stagione.

Lascia un commento

error: Content is protected !!