giovedì 13 dicembre 2018, Aggiornato alle 22:16
Home > DALL'ITALIA E DAL MONDO > Rischio Salmonella nei croissant Bauli, l’azienda richiama il prodotto

Rischio Salmonella nei croissant Bauli, l’azienda richiama il prodotto

Sostieni l'informazione libera e indipendente.
Supporta Cronache Nuoresi con una donazione.

 L’avviso nel sito del Ministero della salute

 

Il Ministero della salute ha pubblicato sul suo sito in data odierna, 3 ottobre 2018, un comunicato con il richiamo di un lotto di croissant a lievitazione naturale con crema al latte Bauli per rischio microbiologico. Come si legge nel comunicato del ministero, nel prodotto in questione è stata rilevata la presenza di Salmonella spp. Le merendine Bauli interessate – si legge ancora nell’avviso diffuso nella sezione del sito del ministero riservata ai richiami di prodotti alimentari– sono vendute in confezioni da 300 grammi (6×50 grammi), con il numero di lotto LA8312BR e il termine minimo di conservazione 30/11/2018. I croissant richiamati per rischio microbiologico sono stati prodotti da Bauli Spa nello stabilimento di via Verdi 31, a Castel D’Azzano, in provincia di Verona.

ll ministero della Salute raccomanda di non consumare le merendine Bauli – Riguardo il “motivo del richiamo” del prodotto Bauli, nel comunicato il ministero parla appunto solo di rischio microbiologico per presenza di salmonella spp. A scopo precauzionale, il ministero della Salute raccomanda di non consumare i croissant coinvolti dal richiamo e restituirli al punto vendita d’acquisto. Tutti gli altri prodotti Bauli diversi da questo indicato nell’avviso pubblicato dal ministero sono sicuri e possono essere tranquillamente consumati.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento